Fratelli d'Italia: «Realizzare pista ciclabile lungo le Rive, più sicurezza per tutti»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Il continuo stillicidio d’incidenti che, nel contesto urbano di Trieste, coinvolgono quasi giornalmente i ciclisti non è più tollerabile.

Dobbiamo considerare che, per avere le biciclette come parte attiva nel la circolazione quotidiana, bisognerà attendere che la nuova giunta che uscirà dalle prossime elezioni  metta mano ad un rinnovato piano del traffico.

Questo sarà scevro da approcci ideologici e settari come quello portato avanti, negli ultimi anni, con i suoi molteplici fallimentari risultati dall’attuale amministrazione comunale.

A questo scopo Fratelli d’Italia, nell’ambito del Suo programma per le prossime elezioni comunali,  avrà come uno dei punti focali il progetto “Porto la bici in riva”.

Verrà proposto nel quadro della ristrutturazione del fronte mare triestino un percorso ciclabile, senza pari e privo di pericoli, che permetta ai ciclisti di andare dalle Rive fino a Barcola passando per il Porto Vecchio.

Il tutto nell’ottica di offrire ai cittadini la possibilità di fruire della città con un approccio sano e rispettoso dell’ambiente e, non ultimo, assicurando l’incolumità degli utilizzatori.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento