menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sostenibilità e scuola: in Fvg nasce l'atlante che insegna il rispetto per l'ambiente

Si chiama "Amo il Friuli Venezia Giulia" e verrà consegnato agli alunni delle classi terze delle scuole primarie. Scoccimarro: "I ragazzi sono i protagonisti del domani"

Si chiama "Amo il Friuli Venezia Giulia" ed è l'atlante sull'educazione ambientale presentato oggi dalla Regione, dedicato agli alunni delle classi terze delle scuole primarie del Fvg. L'obiettivo è uno solo: divulgare, informare ed educare sulle strategie e sui comportamenti orientati alla tutela dell'ambiente e all'obiettivo "zero rifiuti". "Presentiamo oggi il primo strumento didattico realizzato dalla Regione che incontrerà sicuramente l'apprezzamento dei docenti e l'entusiasmo degli alunni: il progetto vuole essere anche un veicolo per spiegare alle nuove generazioni un'idea di ambiente, da tutelare a tutti i livelli, ma integrando il contesto umano, le tradizioni e le culture del territorio" ha sottolineato l'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, all'energia e sviluppo sostenibile, Fabio Scoccimarro. "Fin dal mio insediamento ho sempre considerato la comunicazione e l'educazione ambientale elementi fondamentali nel cammino verso un futuro basato sullo sviluppo sostenibile - è stato il messaggio trasmesso dall'assessore - ed è importante che questo strumento sia stato pensato per i ragazzi, i protagonisti del domani".

Un volume green

La pubblicazione è stata redatta da Studio Dispari, su un progetto sviluppato dalla Direzione centrale difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile, che ha messo a disposizione le risorse finanziarie, congiuntamente ad Arpa Fvg. Il risultato è un vero e proprio atlante per l'educazione ambientale che sarà distribuito a tutti gli alunni delle classi terze delle scuole primarie regionali statali e paritarie. È pensato per dei giovani lettori alla scoperta delle ricchezze e degli ambienti del Friuli Venezia Giulia dal punto di vista naturale, ma anche per educare sui comportamenti più corretti per tutelare e conservare le specie animali e vegetali, per smaltire i rifiuti e riciclarli. Il volume è stato stampato con certificazione ecologica "GreenPrinting" che prevede l'utilizzo di materiali a basso impatto ambientale, energia proveniente da sole fonti rinnovabili, certificata FSC* e ISO 14000; si compone di cinque capitoli dedicati ai macrotemi terra, aria, acqua che si concludono con un breve questionario per imparare giocando.

WhatsApp Image 2021-03-01 at 20.55.00-2

Diventa un super esperto!

Alla fine del volume viene rilasciato un diploma di "super esperto verde supremo della Flora, della Fauna e dell'Ambiente" da compilare, ritagliare e appendere. Nel corso della presentazione la direttrice dell'Ufficio scolastico regionale, Daniela Beltrame, ringraziando l'Amministrazione regionale per l'iniziativa, ha rimarcato come il volume sarà un utile strumento che verrà utilizzato soprattutto nelle ore di educazione civica che tutte le scuole sono chiamate a svolgere obbligatoriamente a partire dal prossimo anno.

Educazione e sviluppo sostenibile

Per parte sua il direttore generale di Arpa, Stellio Vatta, ha ricordato l'impegno dell'Agenzia per l'ambiente sui temi dell'educazione allo sviluppo sostenibile. "Un tema che ci è molto familiare: abbiamo infatti una struttura, il LaREA dedicata a questo, con un'attività molto intensa: il personale è impegnato per circa 5.000 ore/anno in progetti di supporto scolastico. Le attività finanziate e appaltate esternamente erogano una media di 700/1.000 ore/anno e la Scuola per l'Ambiente organizza mediamente 40 ore/anno di formazione per i professionisti e le pubbliche amministrazioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Autovelox: le postazioni dal 19 al 25 aprile

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 221 casi su oltre 8 mila tamponi, in calo gli isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento