menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motocross nelle aree Natura 2000, la "denuncia" degli ambientalisti

Percorsi che deviano dai sentieri esistenti "aumentando l'impatto sul suolo e favorendo la frammentazione del territorio. Siano valutate le conseguenze sul territorio carsico"

Un percorso di Motocross in parte fuori dai sentieri e che rischia di danneggiare il territorio: lo segnala l'Associazione Ambientalista "Eugenio Rosmann", che si è appellata al Sindaco di Fogliano-Redipuglia e alla Regione Friuli Venezia Giulia, per lamentare la nuova gara di motocross di domenica 21 ottobre sul Carso Isontino, nel Comune di Fogliano-Redipuglia, che ha interessato anche aree Natura2000, quindi particolarmente protette. "Il percorso - ritengono gli ambientlaisti - non sempre ha seguito sentieri esistenti, aumentando quindi l'impatto sul suolo e favorendo la frammentazione del territorio. Si è chiesto quindi ai Servizi preposti alla tutela della biodiversità di verificare e valutare gli impatti e le conseguenze di queste attività sul territorio carsico".

L'Associazione Ambientalista "Eugenio Rosmann" ritiene che tali attività motoristiche siano incompatibili con un'area protetta, la cui perimetrazione risponde a precisi criteri scientifici e perciò andrebbe rispettata per un'efficace tutela dell'ambiente carsico.
Non è stato possibile modificare il percorso dei mezzi, ma l'associazione lancia un appello affinché nelle prossime occasioni si eviti di autorizzare queste forme di fruizione del territorio carsico "incompatibili con le esigenze di tutela". È stato anche chiesto che nel corso e dopo la manifestazione del 21/10 sia effettuata la dovuta vigilanza e verifica delle conseguenze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento