Blitz del Noe, sequestrate migliaia di tonnellate di rifiuti abusivi a Monfalcone

Denunciato il direttore di un'azienda del Monfalconese dove sono state scoperte 1500 tonnellate di rottami ferrosi e 30 tonnellate di imballaggi in legno stoccati in maniera irregolare

Nei giorni scorsi i carabinieri del NOE hanno denunciato il direttore di un'azienda del Monfalconese dove sono state scoperte 1500 tonnellate di rottami ferrosi e 30 tonnellate di imballaggi in legno stoccati in maniera irregolare. Durante l'operazione i militari hanno posto sotto sequestro un impianto di osmosi anch'esso risultato privo di autorizzazione, le aree di 2300 metri quadrati dove veniva svolta l'attività, 18 bombole di gas e ossigeno utilizzate per il taglio dei rifiuti. 

L'importante azienda, operante nel settore della carpenteria metallica pesante, stoccava in aree non autorizzate ingenti quantità di rifiuti. Inoltre, i militari hanno verificato l’assenza di autorizzazione allo scarico di acque demineralizzate su un altro piazzale di circa 300 metri quadrati. Durante il controllo è stato sorpreso anche un operaio di un'altra ditta che in quel momento stava provvedendo alla riduzione volumetrica di rottami metallici, tagliandoli mediante l’utilizzo di una fiamma ossidrica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A carico dell'azienda è stata elevata una sanzione amministrativa. In futuro, la ditta sarà anche chiamata al corretto smaltimento dei rifiuti, al ripristino dello stato dei luoghi ed alla regolarizzazione dal punto di vista autorizzatorio. L’intera attività è finita nel mirino della Procura della Repubblica di Gorizia che ha assunto il coordinamento delle indagini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Schianto nella notte in via Giulia, morto scooterista di 50 anni

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento