Sabato, 25 Settembre 2021
Green

Mille euro per gli esercenti che useranno materiali ecosostenibile: la nuova iniziativa della regione

Si partirà da metà settembre, le domande devono essere presentate a Confcommercio. Scoccimarro: "Non reprimere ma educare e incoraggiare". Vesnaver: "Buon segnale da Regione, ora Governo riapra discoteche"

Mille euro ai ristoratori e ai gestori di locali che acquisteranno cannucce, piatti, bicchieri e contenitori per il delivery in ecoplastica, materiali ricilabili o ecocompatibili. Un contributo che andrà a coprire il 65% di queste spese. È la nuova iniziativa dell’assessorato regionale all’ambiente, per cui sarà stanziato un milione di euro e che, come specificato dall’assessore Fabio Scoccimarro “tiene conto delle esigenze di una categoria che sta continuando a pagare gli effetti della pandemia e di alcune leggi un po’ bislacche. La nostra politica è quella di educare, contribuire e non reprimere ed è in linea con altre iniziative come aMare Fvg e le ecofeste”. Si partirà in settembre con un periodo di prova che comprenderà i mesi successivi fino a dicembre e, come confermato dall’assessore, ci potrano essere altri fondi compresi nella finanziaria dell’anno prossimo. Le domande andranno presentate a Confcommercio.

Intervenuta la presidente della Fipe Trieste Federica Suban, secondo la quale si tratta di “un contributo che dimostra attenzione alla categoria, che ha dovuto aumentare la produzione di rifiuti plastici specialmente con l’aumento del servizio di consegna a domicilio dovuto alla pandemia”.

Presente anche il presidente regionale di Fipe, Bruno Vesnaver, che ha parlato di “un gesto importante da un assessorato attento all’ecologia” e ha rivolto ala stampa “un appello per le discoteche, chiuse da due anni con danni inenarrabili, anche le discoteche che usano questi materiali ecologici devono essere aiutate perché sono in grosse difficoltà. Ora è ritornato il turismo quindi chiedo a chi è di competenza a livello nazionale di intervenire, è sempre la nostra categoria a pagare, anche il controllo dei green pass è sulle nostre spalle. Non ha senso che le discoteche rimangano chiuse mentre a Trieste a breve giocherà il Milan e ci saranno inevitabili assembramenti”.

Sulla stessa linea Scoccimarro: “è inutile fare restrizioni chirurgiche, in caso di emergenza reale le regole devono valere per tutti oppure per nessuno. Probabilmente le linee 6 e 36 in estate sono più pericolose di una discoteca”.

Ambiente, Scoccimarro: "Buona la qualità dell'acqua marina in Fvg ma attenzione ai rifiuti dispersi"

AED080B2-5391-4BE2-BFCD-AFF502B672ED-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mille euro per gli esercenti che useranno materiali ecosostenibile: la nuova iniziativa della regione

TriestePrima è in caricamento