rotate-mobile
La storia

Adam Weymouth, lo scrittore che cammina sulle orme del lupo

Il giovane di origine britannica è partito ieri 19 marzo da Trieste alla volta del monte Slavnik (Tajano, in italiano). Tra qualche mese si metterà in cammino per raccontare la storia di Slavc, il celebre lupo che più di dieci anni fa migrò dalla Slovenia alla Lessinia, nel veronese

Sulle tracce del lupo. E' di questi giorni la notizia che lo scrittore Adam Weymouth si è incamminato da Trieste alla volta del monte Slavnik, in Slovenia. Da lì, tra maggio e giugno di quest'anno, il giovane inglese darà vita ad un cammino di oltre 2000 chilometri che punta a ripercorrere e a raccontare la migrazione di Slavc, lupo nato alle pendici del Tajano nel 2009 e protagonista di una storia molto suggestiva. Da questa zona alle spalle del capoluogo del Friuli Venezia Giulia il lupo si diresse verso nord, fino poi a concludere il lungo viaggio in Lessinia, nel veronese. "Non è la prima volta che tento di collegare la Natura con ciò che è il nostro mondo" racconta Weymouth, seduti ad un tavolino di un bar a Trieste. 

Adam Weymouth

Vincitore del Sunday Times Young Writer of the Year e dell'ambito Lonely Planet Adventure Travel Book of the Year, il giovane britannico ha pubblicato il Kings of the Yukon (Penguin, Uk, Little Brown negli Stati Uniti e Random House in Canada). "Racconta la migrazione dei salmoni e come per quell'esperienza fatta tra l'Alaska ed il Canada, anche per il prossimo lavoro voglio muovermi sulle orme delle specie". Nel 2010 Adam compie un viaggio a piedi da Londra fino ad Istanbul. "Se mi hanno ispirato i libri di Patrick Leigh Fermor? No, no, devo confessare che non lo trovo particolarmente facile come scrittore, anzi" dice sorridendo e ricordando quell'incredibile esperienza. Ora, in un momento particolarmente delicato per tutto il mondo occidentale a causa del conflitto in Ucraina, Weymouth decide di abbracciare il mondo selvatico e di seguirne gli istinti. 

Il lavoro ed il viaggio

C'è tanto lavoro di ricerca, nell'opera che il giovane scrittore vuole produrre. Si deve partire necessariametne dall'impegno di Hubert Potocnik, il biologo che mise il collare a Slavc. Ma camminare da soli nei boschi non è una questione prettamente escursionistica - tutt'altro - perché la storia non è esclusivamente quella di un uomo. La vita - e le esperienze quotidiane - è rappresentata dal lupo e dalla sua capacità di reintrodursi in un territorio, quello veronese, da dove mancava da oltre un secolo. Lì, come in un'unione di shakesperiana memoria, incontrerà Juliet, una femmina che darà continuazione alla specie, attraverso diverse cucciolate. Dopo il suo arrivo in Lessinia, uno dei loro figli è stato avvistato in Slovenia, compiendo il percorso inverso rispetto al padre. Un'altra femmina, sempre slovena, è invece giunta a Paneveggio, vicino a Predazzo, esempio di come la Natura possa fortunatamente ancora sorprendere gli uomini. Weymouth percorrerà il tragitto del lupo dello Slavnik tra la primavera e l'estate. "Slovenia, poi Austria ed infine la discesa verso l'Italia. L'idea è quella di camminare da solo, dormire in tenda (non sempre ndr) e muovere un passo dopo l'altro sulle orme di Slavc. Buon cammino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adam Weymouth, lo scrittore che cammina sulle orme del lupo

TriestePrima è in caricamento