A Verteneglio rivive l'arte antica della trebbiatura

La manifestazione, giunta alla sua tredicesima edizione e fortemente voluta da Željko Ružić, ha visto la partecipazione di centinaia di persone, turisti e semplici visitatori. L'importante ruolo della Comunità degli Italiani

Un fine settimana con le atmosfere di una volta e la rievocazione storica della trebbiatura quello che si è appena tenuto a Verteneglio, in Istria. La manifestazione "Nei colori della tradizione - La festa della trebbiatura", nata tredici anni fa su proposta di Željko Ružić, ha richiamato a Verteneglio un gran numero di curiosi e turisti dove protagonisti sono stati gli antichi mestieri e la trebbiatura, per l'occasione fatta con un mezzo originale d'epoca del 1938.

Quindi un grande spettacolo della battitura manuale e della trebbiatura di ben 800 chili di grano, con un contorno di giochi, folclore, tradizioni, ballo, musica e gastronomia che ha fatto rivivere, nei vicoli del paese, il ricordo della più nobile tradizione del passato contadino, facendo rituffare i numerosi presenti nelle attività di un tempo ormai quasi del tutto dimenticato.

Tutti gli eventi

Passeggiando per le vie del paese si ha potuto incontrare il falegname, il fabbricante di materassi e quello di cesti in vimini, lo scalpellino, il bottaio e altri ancora. Il gruppo folkloristico della Comunità degli Italiani di Villanova ha proposto una sfilata in musica, accompagnata dalla fisarmonica di Sandro Bratović, per la via principale del borgo per poi immergersi nel mondo gastronomico dove le attiviste hanno proposto delle pietanze, forse un po’ dimenticate nel tempo, come il pane fritto, la zucca appannata e la pannocchia di mais cotta, il tutto preparato sul momento, davanti agli occhi dei visitatori.

Le parole del fondatore

Diverse specialità pure per gli amanti dei funghi, del vino, miele, prosciutto, salsicce, pancetta, frutta e verdura. Ad animare musicalmente la manifestazione è stato il Coro misto della Comunità degli Italiani di Verteneglio, David Beletić e Deni Doz & Trio fortuna. Željko Ružić, il fondatore della  manifestazione ha affermato che "avevo il desiderio di mostrare ai giovani di oggi come si lavorava un tempo e così sono andato a parlare con Ezio Radin, proprietario della storica trebbiatrice. È bastato poco per metterci in azione. Per mettere in moto gli ingranaggi in legno abbiamo usato un trattore che oggi avrebbe festeggiato giusto 100 anni, ma purtroppo non è più in funzione".

Un'occasione anche per i turisti

A confermare il continuo aumento di interesse verso questa manifestazione, Michelle Babić, direttrice dell'Ente per il turismo: "L'edizione di quest'anno ha proposto un'offerta molto più ricca. Abbiamo ampliato il luogo di tenuta della manifestazione e aggiunto diversi contenuti, cose che hanno scaturito grande soddisfazione dei visitatori sempre in costante aumento e provenienti da diversi paesi europei. Motivo di grande soddisfazione per noi". A dare un contributo importante alla manifestazione pure Antonio Radin, per molti conosciuto come il più grande allevatore di asini istriani (mussi) della regione.

"Attualmente possiedo 66 asini, 70 pecore, 18 mucche e qualche cavallo. Sono un grande amante degli animali, in particolare degli asini. Sono degli animali molto intelligenti, imparano presto e sono obbedienti, se ci si sa approcciare. Ad aiutarmi con gli animali c’è pure la mia compagna, mia sorella e mia madre, in quanto è un lavoro molto esigente e non esiste riposo.

Da quando ho conosciuto l'uomo, posso dire che sto meglio con gli animali, e li amo tanto, perciò non mi dispiace sacrificarmi per loro", ha raccontato Radin, che per l'occasione ha esposto per le vie del borgo una capra, una pecora, un asino e un manzo istriano, che hanno rallegrato i visitatori, specialmente quelli più giovani. Una vera festa di sole, di gente, di storia che ha  rievocato le origini e le tradizioni contadine insieme a spensieratezza e divertimento dal sapore vintage.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento