Assegno familiare: tutti i requisiti per ottenerlo

L’assegno per il nucleo familiare è un contributo economico erogato dall'Inps e riservato ai nuclei familiari sulla base di determinati requisiti. Scopriamo insieme quali sono, come richiederlo e a chi rivolgersi per ottenerlo

Se siete lavoratori dipendenti e in famiglia avete più persone a carico, allora potete richiedere allo Stato, tramite l’Inps, degli assegni al nucleo familiare, meglio conosciuti come assegni familiari. L’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) è una prestazione economica erogata dall'Inps ai nuclei familiari di alcune categorie di lavoratori.

Importo

L’importo dell’assegno viene calcolato tenendo conto della tipologia del nucleo familiare, del numero dei componenti e del reddito complessivo del nucleo stesso, il quale deve sempre derivare per il 70% da lavoro dipendente o assimilato (se avete la partita Iva, il contributo non è previsto, anche se avete più figli). L’assegno familiare prevede importi decrescenti per scaglioni crescenti di reddito. Sono previsti importi e fasce di reddito più favorevoli per alcune tipologie di nuclei (ad esempio, nuclei monoparentali o con componenti inabili). La domanda per gli assegni familiari deve essere presentata per ogni anno a cui si ha diritto.

La normativa

Dal 1 Aprile del 2019, con l'obiettivo di velocizzare le pratiche e ridurre i margini di errore sugli importi, l'Inps ha stabilito che le richieste vanno presentate per via telematica dotandosi delle credenziali di accesso al sistema dell'Istituto tramite Pin o Spid. Via quindi il vecchio modulo cartaceo per l‘assegno al nucleo familiare che andava presentato prima al datore di lavoro. Con questa novità l’Inps vuole garantire ai richiedenti anche la maggiore tutela dei dati personali. Le domande già presentate prima del 31 marzo al datore di lavoro col modello cartaceo ANF/DIP nel periodo 1° luglio 2018 e 30 giugno 2019 non dovranno comunque essere rinviate anche in per via telematica. Una volta inoltrata la domanda sul sito Inps per via telematica, il cittadino potrà anche:

  • prendere visione dell’esito della domanda presentata (sezione “Consultazione domanda”);

  • modificare la propria condizione familiare o il proprio reddito, presentando una domanda di variazione per il periodo di interesse in modalità telematica, avvalendosi della procedura ANF/DIP.

Requisiti

Per avere diritto agli assegni familiari è necessario che il familiare per cui si richiede sia considerato a carico: ciò significa che questo non deve avere un reddito superiore a 707,54 euro (nel caso del coniuge, del genitore e di ciascun figlio) o di 1.238,19 euro (per due genitori o equiparati). Infine, nel caso dei figli e dei nipoti bisogna rispettare anche un requisito anagrafico, poiché gli assegni familiari spettano solo nel caso in cui questi abbiano meno di 18 anni. Si possono richiedere anche per i figli di età inferiore a 21 anni (ma solo se apprendisti o studenti) o di 26 anni (se studenti universitari non fuori corso). Non ci sono requisiti anagrafici stringenti, invece, per figli e nipoti a carico che risultano inabili al lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La domanda

Qualsiasi variazione intervenuta nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare, durante il periodo di richiesta dell'ANF, deve essere comunicata entro 30 giorni. La domanda di variazione va inoltrata anche in caso di nuova occupazione presso diverso datore di lavoro. Sul sito Inps tutte le informazioni utili. Se siete in difficoltà con l'inserimento della domanda per chiedere gli assegni al nucleo familiare nel sito dell'Inps, potete comunque rivolgervi ai patronati e Caf di Trieste, che vi forniranno l'assistenza necessaria per avviare la pratica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento