menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mutuo under 30: come e dove richiederlo a Trieste

Per agevolare i più giovani, in questo presente dove il mondo del lavoro diventa sempre più difficile, molte banche stanno offrendo interessanti soluzioni per tutti gli under 30 che decidono di comprare un immobile. Ecco come richiedere il mutuo agevolato

L'acquisto della prima casa è sicuramente un grande passo. Per agevolare i più giovani, in questo presente dove il mondo del lavoro diventa sempre più difficle, molte banche stanno offrendo interessanti soluzioni e agevolazioni per tutti i giovani under 30 anni che decidono di comprare un immobile. Insomma, il mutuo under 30 è stata una delle risposte che lo Stato e in modo autonomo alcune banche, hanno offerto per far fronte alla crisi.

Agevolazioni fiscali per acquisto e vendita della prima casa

Per quanto riguarda le agevolazioni per l’acquisto della "prima casa", ricordiamo:

  • l'applicazione dell’imposta di registro nella misura del 2%;

  • l'applicazione delle imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuna;

  • se la vendita è soggetta ad Iva, sono dovute l’imposta di registro, quella ipotecaria e quella catastale nella misura fissa di 200 euro, oltre all’Iva ridotta al 4%.

Queste agevolazioni, però, possono essere applicate solo se l'acquirente soddisfa uno dei seguenti criteri: risiede nel comune in cui è sito l’immobile; si impegna a trasferirvi la residenza entro i successivi 18 mesi dall’acquisto; svolge la propria attività in quel comune. 

Anche chi è già proprietario di un immobile acquistato con le agevolazioni prima casa può avvalersi del beneficio fiscale, a condizione però che la casa posseduta sia venduta entro un anno dal nuovo acquisto, pena la perdita delle agevolazioni usufruite per l’acquisto del nuovo immobile e, oltre alla maggiori imposte e ai relativi interessi, una sanzione del 30%.

Come richiedere il mutuo under 30

Dopo aver scelto la banca, occorre compilare con la massima precisione la domanda di finanziamento, predisposta in forma di questionario, fornendo le seguenti informazioni:

  • dati anagrafici del richiedente o dei richiedenti il finanziamento;

  • residenza;

  • attuale abitazione: se in affitto, in proprietà o se presso terzi;

  • composizione del nucleo familiare;

  • persone a carico;

  • occupazione attuale: se dipendente o lavoratore autonomo;

  • anzianità di servizio o di lavoro autonomo;

  • settore lavorativo/produttivo;

  • se lavoratore dipendente: l'indicazione del datore di lavoro;

  • qualifica;

  • reddito netto mensile;

  • reddito netto annuale;

  • descrizione dell'unità immobiliare e delle sue pertinenze (superficie totale, coperta e scoperta; fronti stradali; numero piani; anno di costruzione);

  • valore della costruzione;

  • dichiarazione di non avere debiti o di averne (in quest'ultimo caso occorre precisare l'importo e l'identità dei creditori).

Con i dati contenuti nella domanda, la banca può esprimere un primo "parere di fattibilità", che in generale dipende da più elementi come il reddito netto del richiedente e dei suoi familiari (nucleo familiare) desunto dalla dichiarazione dei redditi; il valore dell'immobile oggetto del finanziamento; la presenza di garanzie supplementari prestate da terzi (fideiussione, pegno). Se il "parere di fattibilità" è positivo, si passa alla richiesta della documentazione.

Documentazione necessaria

Per quanto riguarda i documenti necessari, occorre presentare:

  • il certificato di nascita;

  • certificato di stato civile o estratto dell'atto di matrimonio completo di tutte le annotazioni (l'estratto di matrimonio deve contenere tutte le eventuali convenzioni patrimoniali stipulate fra i coniugi);

  • nell'ipotesi di persone divorziate o separate legalmente, presentare copia della sentenza del tribunale;

  • copia della "promessa di vendita" o "compromesso";

  • planimetria, con l'indicazione delle proprietà confinanti sia dell'immobile sia delle eventuali pertinenze (cantina, solaio, box);

  • copia del certificato di abitabilità;

  • copia dell'ultimo atto di acquisto dell'immobile;

  • se l'immobile è pervenuto per successione occorre presentare il mod. 240 o il mod. 4 dell'ufficio successioni.

Nel dettaglio, poi, i lavoratori dipendenti devono presentare:

  • dichiarazione del datore di lavoro dell'anzianità di servizio del dipendente;

  • originale dell'ultimo cedolino dello stipendio e copia del modello CUD (in alternativa copia del mod. 730 o "Unico").

I lavoratori autonomi o liberi professionisti devono presentare:

  • copie del modello "Unico" (ex. Modello 740);

  • estratto della Camera di Commercio Industria e Artigianato (C.C.I.AA.);

  • se professionista, attestato di iscrizione all' Albo professionale cui appartiene.

A questo punto la banca è in grado di deliberare il finanziamento, e ne dà comunicazione immediata al richiedente per fissare la data della stipula dell'atto pubblico di finanziamento (concessione formale del mutuo).

Banche che offrono mutui under 30 a Trieste

Ecco alcune delle banche che offrono a Trieste mutui per giovani under 30. 

Unicredit (Mutuo per giovani coppie o per giovani under 35). Alcune delle filiali:

  • via G. Carducci, 7;

  • Piazza di Cavana, 8;

  • via Giulia, 86;

  • Largo della Barriera Vecchia, 4/B;

  • via Valmaura, 10.

Crédit Agricole (Leasing abitativo prima casa):

  • via Mazzini, 7.

Monte Dei Paschi di Siena (mutuo per giovani coppie con garanzia Consap):

  • via dell'Istria, 16.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il deserto del Sahara ricoperto di neve: le foto sono virali

Arredare

Come arredare casa in perfetto stile boho chic

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg, 679 nuovi contagi e 24 decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento