Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata, cos'è e come funziona

Tutti coloro che hanno perso il lavoro e che desiderano fruire del prepensionamento legato alla previdenza integrativa possono richiedere la RITA (Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata). Ecco come funziona

La RITA (Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata) è utile a tutti coloro che hanno perso il lavoro e che desiderano fruire del prepensionamento legato alla previdenza integrativa. Utile per chi vive in condizioni di disagio, tramite la RITA i lavoratori possono arrivare a pagare solo il 9% di tassazione sostitutiva, anziché il normale 23%. Ecco come funziona.

Requisiti

Ecco i requisiti di accesso alla RITA:

  • anzianità contributiva di almeno 5 anni all’interno della previdenza complementare;

  • aver cessato la propria attività lavorativa;

  •  avere almeno 20 anni di versamenti nel proprio regime obbligatorio di appartenenza, maturando l’accesso alla pensione entro i 5 anni successivi.

In alternativa, è possibile richiederla anche con un anticipo di 10 anni rispetto alla maturazione dei requisiti anagrafici e un periodo di inoccupazione superiore ai 24 mesi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come richiederla

Per poter chiedere la Rita il lavoratore deve compilare una modulistica dedicata prevista dal proprio fondo pensione e messa a disposizione sul suo sito web. All’interno del modulo viene indicata anche la documentazione richiesta al fine di certificare i requisiti di accesso. Il fondo procederà, poi, ad una verifica dettagliata di quanto dichiarato dal lavoratore. Generalmente la liquidazione avviene in tempi brevi, invece, per quanto riguarda la tassazione, è prevista l’applicazione di un’aliquota di vantaggio del 15% che viene ulteriormente ridotta dello 0,30% per ogni anno di partecipazione successivo al quindicesimo anno di iscrizione. La riduzione massima è fissata al 6%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

  • Orso bruno avvistato vicino alla ciclopedonale a Draga Sant'Elia

  • Malore sott'acqua a Sistiana: 38enne portato a Cattinara in codice rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento