Il libro che spiega il confine orientale dal 1748 ad oggi

Conferenza di Franco Cecotti, autore del libro con Elio Candussi, correlatore CAI Gorizia. La presentazione nella sala Donota della Alpina delle Giulie a Trieste il 6 febbraio alle 19

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Mercoledì 6 febbraio 2019, alle ore 19, presso la Sala Proiezioni della Società Alpina delle Giulie (via Donota 2 - Trieste), il gruppo ONC - Operatore Naturalistico e Culturale ospiterà il Prof. Franco Cecotti che presenterà il suo libro “Il tempo dei confini - Atlante storico dell'Adriatico nord-orientale nel contesto europeo e mediterraneo 1748-2008”. L’importanza dell’evoluzione del confine dell’Adriatico nord orientale nella storia del nostro Paese (e non solo), sia come frontiera fra Stati sia come frontiera fra popoli di diverse culture e linguaggio, sarà evidenziata dal Prof. Cecotti, per riuscire a comprendere quanta importanza questo confine abbia avuto anche nelle variazioni politiche, culturali e sociali del territorio; un'area che solo nel secolo scorso ha visto l’avvicendamento di ben sei formazioni statali ed un numero maggiore di regimi politici. Il Prof. Cecotti è uno storico e ricercatore, autore di numerose pubblicazioni, libri ed articoli. Specializzato sulle vicende dell'Alto Adriatico, Istria, Dalmazia, Venezia Giulia nel corso degli ultimi secoli, descrivendo i drammi delle popolazioni di confine. Correlatore sarà l’Ing. Elio Candussi, che, assieme ai Soci Seniores del CAI di Gorizia, si è “dilettato” ad andare a cercar confini, cioè a cercare le testimonianze fisiche dell’evoluzione delle linee confinarie della zona oggetto della conferenza, partendo dai tempi della Repubblica di Venezia fino al recente passato.

Torna su
TriestePrima è in caricamento