Sforamenti ferriera, Italia Unica: «Aia concessa con troppa facilità e leggerezza»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Italia Unica Trieste manifesta tutta la sua preoccupazione per i nuovi sforamenti  delle 4 centraline che sono dislocate in diversi punti della città e non solo quella di san Lorenzo collocata vicino alla ferriera di Servola. E’ importante sottolineare che le centraline sono state riattivate dopo un lungo periodo di stop  e al momento della riapertura hanno mostrato subito dati preoccupanti, dunque ci si domanda quali rischi per la salute abbiamo corso mentre le centraline non rilevavano ? 

Sicuramente questi nuovi sforamenti indicano come lo stabilimento abbia difficoltà a mantenere i limiti previsti e che evidentemente il piano ambientale attuato dalla direzione è totalmente insufficiente. 

Sembra lecito domandarsi come sia stato possibilie concedere l’ AIA a questa attività industriale con una facilità e leggerezza sconcertante la quale invece poteva essere un’ottima occasione per richiedere un piano di sostenibilità ambientale serio e risolutivo. A tal punto si chiede al sindaco di intervenire in maniera decisa e non con attività paliative come il blocco del traffico che ha portato solo disturbi ai cittadini senza portare nessun giovamento.

Fulvio Serbo

Coordinatore provinciale Italia Unica

Torna su
TriestePrima è in caricamento