rotate-mobile
TriestePrima

Europei di karate a Barcellona, il triestino Matthias Lavini è bronzo

Sono ben sette i triestini che ad inizio maggio sono stati convocati in nazionale per disputare in Catalonia la massima competizione continentale. Si tratta di Maiorano Rafael, Pellis Franco, Trabucco Elena, Talarico Francesca, Fabi Sabrina, Lavini Matthias, Romano Francesca

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Si è svolta ad inizio maggio la sesta edizione della WBK European Kyokushin Championships, nella splendida cornice della "Pista cubierta de atletismo de Cataluna" a Barcellona. Sicuramente una delle competizioni più importanti a livello europeo di Karate Kyokushinkai per numero di nazioni partecipanti e per livello degli atleti. Oltre 550 gli atleti provenienti da tutta Europa e selezionati nelle rispettive squadre nazionali che hanno dato vita ad oltre 600 combattimenti in una lunghissima giornata di gara.

Gli atleti

Una competizione a cui hanno preso parte sette atleti della Scuola Audace Fight & crossfit di Trieste. Maiorano Rafael, Pellis Franco, Trabucco Elena, Talarico Francesca, Fabi Sabrina, Lavini Matthias, Romano Francesca.Convocati nella Nazionale della Federazione italiana Karate (FIK) gli atleti triestini hanno indossato per la prima volta la maglia azzurra in una gara impegnativa dal punto di vista tecnico e fisico. Una convocazione importante in una squadra nazionale giovane che ha affrontato con il massimo impegno, serietà e determinazione questa esperienza internazionale.

La giornata inaugurale

Sabato 6 maggio si è svolta la cerimonia di apertura che ha visto sfilare gli oltre 500 atleti di 16 nazioni che si sono presentati agli arbitri, agli organizzatori ed ai rispettivi Coach delle squadre nazionali. L’onore e la responsabilità di aprire le competizioni sul tatami centrale, riservato alle categorie principali, sono stati riservati proprio ad una delle atlete Audace, Francesca Talarico che ha vinto il suo combattimento di esordio in maglia azzurra imponendosi sull’avversaria Irene Martinez della nazionale spagnola al termine del secondo round. Una lunga giornata di combattimenti che ha visto gli atleti della Nazionale FIK disputare incontri molto impegnativi sia dal punto di vista fisico che tecnico.

Gli impegni futuri

Tutti i partecipanti alla competizione avevano precedentemente superato le loro rispettive selezioni nazionali per poter prendere parte a questa gara tra le più impegnative in Europa, grazie anche al prezioso lavoro di Shihan Daniel Sanchez, figura di spicco del Karate Europeo e Mondiale ed organizzatore della competizione. La nazionale allenata dal coach Hlacia Emiliano, Villani Juri (in trasferta anche come atleta) e Catani Marco, responsabile italiano per la WKB, supportati dai loro vice Terreni Pierpaolo, Pallini Giulia, Nurra Matteo e Sborgia Leonardo, ha affrontato questa competizione tenendo un ritmo di gara molto elevato, spremendo al massimo le proprie energie prendendo le misure sui tatami internazionali in vista degli impegni futuri tra cui il Mondiale IKU che si svolgerà in Slovenia il prossimo novembre.

Due medaglie per la nazionale, una è triestina

Sono stati due gli atleti della Nazionale Fik ad arrivare al podio Europeo e precisamente Sebastian Linde, medaglia d’oro nella categoria – 60 kg e il nostro Matthias Lavini dell’Audace medaglia di bronzo nella – 65 kg . Ottime prove per tutti gli atleti triestini che hanno portato a termine i loro combattimenti fermandosi nei vari turni di eliminatorie perdendo ai punti o per giudizio arbitrale senza mai subire sconfitte o ko. Da segnalare anche l’ottima prova di Francesca Romano che nei quarti di finale ha messo a segno un bellissimo ko, purtroppo invalidato dai giudici di gara. La giornata si è conclusa poi con la cerimonia di premiazione di tutte le categorie in gara.

Le parole del coach Hlacia

“Il lavoro da fare è tanto, siamo agli inizi di un nuovo percorso ma questa prima esperienza dei nostri atleti e della squadra Nazionale è stata assolutamente positiva, gli atleti hanno dimostrato grande impegno e determinazione, lottando in ogni incontro fino all’ultimo istante, una gara importantissima per maturare esperienza e crescere individualmente e come squadra. Ora si ritorna ad allenarsi con ancor maggiore impegno e con grande entusiasmo in vista degli obiettivi futuri, ringraziando la Fik ed il presidente Mosco per l’appoggio ed il sostegno costante che ci dimostrano, e la nostra casa, il Dojo Audace, sempre presente al fianco degli atleti del Karate” queste le parole del Sensei Hlacia nei giorni successivi alla manifestazione. Una prima esperienza importante e ricca di soddisfazioni per la Nazionale Fik del settore Kyokushinkai, una squadra giovane che ha tutto il potenziale per crescere nei prossimi anni e conquistare il proprio posto nel panorama internazionale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europei di karate a Barcellona, il triestino Matthias Lavini è bronzo

TriestePrima è in caricamento