Lunedì, 20 Settembre 2021
TriestePrima

l'esperienza del fascicolo sanitario elettronico svedese e danese: spostare i dati, non i pazienti - intersystems: prodotti progettati per il sistema sanitario svedese e danese

L'Esperienza del Fascicolo Sanitario Elettronico svedese e danese: spostare i dati, non i pazienti - InterSystems: prodotti progettati per il Sistema Sanitario svedese e danese - Il progetto svedese “National Patient Overview”: un modello da seguire

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

L'Esperienza del Fascicolo Sanitario Elettronico svedese e danese: spostare i dati, non i pazienti

InterSystems: prodotti progettati per il Sistema Sanitario svedese e danese

Il progetto svedese "National Patient Overview": un modello da seguire

Nel corso della giornata di incontro e confronto organizzata a Trieste il 20 giugno da Motore Sanita', tante saranno le esperienze raccontate direttamente dai protagonisti: progetti esemplari e modelli eccellenti di sviluppo del Sistema Sanitario che significano innovazione ma anche risparmi importanti per i soggetti coinvolti e benefici per l'intera collettività.

La sanità del terzo millennio richiede sistemi diagnostici sempre più 'digitali' e l'implementazione dei sistemi informativi sanitari per permettere la trasmissione e la condivisione del dato digitale sanitario telematizzabile.

L'obiettivo è quello di spostare i dati e non i pazienti, garantendo a chiunque, e in qualunque luogo, la migliore consulenza diagnostica possibile.

Di tutto questo parla Hakan Nordgren - Physician Executive and Senior Advisor di InterSystems Sweden e massimo esperto di Fascicolo Sanitario Elettronico - raccontando l'esperienza del Fascicolo Nazionale del Paziente in Svezia e Danimarca. Grazie ai prodotti InterSystems progettati per il Sistema Sanitario svedese e danese, tra i cambiamenti più importanti c'è la possibilità di condividere le informazioni relative ai pazienti tra i vari operatori sanitari e garantire in questo modo i migliori risultati all'interno di un percorso di cure interconnesso (Connected Care Model).

L'obiettivo di InterSystems è quello di migliorare i risultati per garantire maggiore sicurezza, efficacia ed efficienza dei servizi per il paziente.

Questo significherebbe evitare errori medici, migliorare l'uso delle risorse, accelerare la diffusione della conoscenza, ridurre la variabilità di accesso alle cure, rafforzare la privacy e la protezione dei dati, promuovere la salute pubblica e la preparazione del personale.

● L'Esperienza del Fascicolo Sanitario Elettronico svedese e danese

Il progetto "National Patient Organiser"

Hakan Nordgren presenta il progetto svedese "National Patient Organiser" evidenziando le sue caratteristiche principali, i cambiamenti apportati al sistema sanitario locale e i punti di forza.

Il "National Patient Overview" in Svezia registra questi dati e numeri importanti:

le regioni sono collegate come produttori e consumatori;

100 operatori sanitari privati ​​sono collegati alle varie contee grazie a contratti di assistenza;

90 comuni, 10 assistenti privati ​​e il Dental Service svedese sono collegati;

Obiettivo: nel 2014 il 95% dei Comuni saranno collegati tra loro

I cambiamenti in Sanità riguardano:

Concorrenza (servizio, qualità e prezzo)

• Decentramento - più pazienti per ciascun medico di base

• Accentramento - centri di eccellenza

• Situazione finanziaria

• Specializzazione continua

• Scelta del paziente e impegno

• Aggiornamento continuo

«Tra i cambiamenti più importanti apportati nella Sanità svedese e danese - evidenzia Hakan Nordgren - c'è la possibilità di condividere le informazioni relative ai pazienti tra i vari operatori sanitari e garantire in questo modo i migliori risultati all'interno di un percorso di cure interconnesso (Connected Care Model). A differenza del passato - quando pochi operatori sanitari erano coinvolti nel processo di cura del paziente - la complessità della sanità odierna ha creato numerose lacune e miriadi di informazioni difficili da gestire».

Prendendo come esempio un paziente-tipo affetto da malattie croniche, assistito da differenti operatori sanitari, appartenenti ad organizzazioni diverse e con diversi sistemi EMR (Electronic Medical Record) che non possono condividere i dati il rischio per il paziente diventa elevato a causa della dispersione dei dati.

«Oltre al rischio dovuto dalla mancanza di comunicazione tra i diversi attori che prendono parte nel percorso di cure, il paziente è costretto a farsi carico dei costi dovuti ai ripetuti test ed esami cui deve sottoporsi. Per questa ragione la sanità di oggi e di domani necessita di un supporto IT (Information Technology)».

● Spesa sanitaria: Paesi a confronto. Italia in 22esima posizione, Svezia al 12esimo posto

Se osserviamo la spesa sanitaria procapite dei paesi membri dell'OCSE, nel 2011, l'Italia si trovava in ventiduesima posizione su un totale di 35. La Svezia si trova invece in dodicesima posizione.

«Un'indagine multinazionale ripetuta semestralmente - spiega Hakan Nordgren - mostra la mancanza di alcune funzionalità di base: errori medici, problemi di coordinamento all'interno del percorso di cure, informazioni chiave non condivise tra i fornitori di cure, lacune nella pianificazione della dimissione ospedaliera».

Emergono inoltre alcune differenze nei Sistemi Sanitari dei diversi Paesi del mondo.

«In una piccola percentuale il Sistema Sanitario dovrebbe essere completamente ricostruito, mentre nel 40% circa funziona discretamente, necessiterebbe solo di alcune piccole modifiche» prosegue Hakan Nordgren.

L'obiettivo di InterSystems è quello di migliorare i risultati per garantire maggiore sicurezza, efficacia ed efficienza dei servizi per il paziente.

Come suggerito dall'ufficio National Coordinator Health Information Technology degli Stati Uniti, questo significherebbe evitare errori medici, migliorare l'uso delle risorse, accelerare la diffusione della conoscenza, ridurre la variabilità di accesso alle cure, rafforzare la privacy e la protezione dei dati, promuovere la salute pubblica e la preparazione del personale.

«Nel caso specifico della Svezia, la tecnologia di InterSystems ha offerto soluzioni efficaci per il raggiungimento di questi obiettivi - conclude Hakan Nordgren -: il "National Patient Overview" in Svezia, il "National Patient Index" in Danimarca, nati sulla base di standard medici internazionali (ISO, HL7, OMS, IHE) e l'integrazione di tutti i principali EMR/HER/HIS in entrambi i Paesi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

l'esperienza del fascicolo sanitario elettronico svedese e danese: spostare i dati, non i pazienti - intersystems: prodotti progettati per il sistema sanitario svedese e danese

TriestePrima è in caricamento