Quarantena e auto elettriche: i consigli di manutenzione

L'emergenza Coronavirus oltre a costringere noi nelle nostre case, ha anche costretto le nostre auto in garage. Cosa fare se si possiede un'auto elettrica rimasta ferma per diverse settimane? Ecco qualche consiglio sulla manutenzione

L'emergenza Coronavirus oltre a costringere noi nelle nostre case, ha anche costretto le nostre auto in garage. Avevamo già parlato di come prenderci cura dell'auto durante questo periodo di quarantena, ma come fare se si possiede un'auto elettrica rimasta ferma per diverse settimane?

Le batterie

Sebbene necessitino di una manutenzione minore rispetto a quelle con motore a scoppio, le auto elettriche non vanno trascurate. Al contrario, in questo lungo stop, le batterie del sistema centrale sono bisognose di accortezze specifiche che, se non eseguite, rischiano di creare dei danni. Le batterie si possono danneggiare, infatti, sia se tenute per un lungo periodo completamente scariche, ma anche se sono costantemente sotto carica. Nel primo caso, il peggiore dei due, esse manterranno una riserva di carica che non può essere utilizzata e che produrrà di conseguenza l'“autoscarica” della batteria: questa condizione porterà ad una perdita di liquidi, che danneggerà in modo irreversibile le batterie rendendole inutilizzabili. Nel secondo caso, invece, la continua tensione che tiene le batterie al 100% di carica andrà a deteriorarle, influendo negativamente sulla loro efficacia.

Funzione sleep

Per ovviare al problema, le case automobilistiche consigliano di impostare la ricarica sulla funzione “sleep”, capace di tenere costantemente la carica tra il 50 e il 60%, evitando così situazioni dannose. Questa funzione torna utile anche dal punto di vista pratico, visto che le vetture elettriche - durante i periodi di stop - consumano una minima parte di energia per il funzionamento del sistema di raffreddamento e riscaldamento delle batterie. Attenzione, non dimentichiamo poi che anche queste auto montano la classica batteria da 12 v necessaria per alimentare i dispositivi a bordo, la quale andrebbe staccata per evitare ulteriori danni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento