Notizie

Bonus seggiolini anti-abbandono, cos'è e come richiederlo

È stato recentemente firmato il decreto interministeriale (Mit-Mef) che stabilisce l’assegnazione di un contributo statale alle famiglie che acquistano un dispositivo anti-abbandono. Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta e come richiederlo

È stato recentemente firmato il decreto interministeriale (Mit-Mef) che stabilisce l’assegnazione di un contributo statale alle famiglie che acquistano un dispositivo anti-abbandono. La norma prevede che dal 20 febbraio e per tutta la durata del 2020 sarà possibile richiedere un bonus di 30 euro per l'acquisto/rimborso di un dispositivo anti-abbandono per bambini di età inferiore ai quattro anni.

Come ottenere il bonus

Ma come ottenere il contribuito? La procedura viene spiegata in modo esaustivo sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. In poche parole, ogni genitore può richiedere il contributo per ciascun bambino dal 20 febbraio in poi e per farlo basterà registrarsi sulla piattaforma online dedicata direttamente dal sito del Mit. Durante la registrazione, bisogna inserire i dati del bambino (nome, cognome, codice fiscale) e quelli del richidente del bonus, quindi il genitore, che saranno verificati dalla Sogei nelle anagrafi fiscali. Bisognerà anche riempire un modulo in cui si dichiara di essere il genitore o colui che esercita la responsabilità  genitoriale sul bambino. Dopo aver creato la propria area personale sulla piattaforma informatica, il contributo sarà erogato attraverso il rilascio di un voucher elettronico del valore di 30 euro valido per l’acquisto di un dispositivo anti-abbandono, o per il rimborso per chi ha già provveduto all’acquisto.

In vigore l'obbligo dei sistemi di allarme per i seggiolini auto, ecco quale acquistare

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus seggiolini anti-abbandono, cos'è e come richiederlo

TriestePrima è in caricamento