Inversione pneumatici sì o no? Informazioni e consigli

L'inversione pneumatici è un'intervento che consiste nel cambiare la posizione delle ruote e che aiuta ad avere un'usura uniforme su tutte e quattro le gomme auto, ma esistono diverse opinioni in merito. Ecco qualche informazione in più

L'inversione pneumatici (permutazione) è un'intervento che consiste nel cambiare la posizione delle ruote e che aiuta ad avere un'usura uniforme su tutte e quattro le gomme auto. Esistono diverse opinioni in merito, c'è, infatti, chi ritiene questo metodo valido e chi invece no. A questo proposito è consigliabile fare riferimento alla casa produttrice del veicolo e degli pneumatici per capire bene cosa fare. In genere comunque, si dice che gli pneumatici anteriori si consumino più rapidamente rispetto a quelli posteriori, di conseguenza, cambiandoli spesso di posizione si favorisce un processo di usura più uniforme prolungando al massimo la durata del battistrada.

Inversione pneumatici sì o no?

Alcune aziende produttrici sconsigliano di invertire le gomme auto, mentre altre la ritengono un'operazione ricca di vantaggi. Ma per quale motivo? In primo luogo, è bene specificare che le sollecitazioni subite dalle gomme anteriori sono diverse rispetto a quelle subite dalle gomme posteriori, questo dipende dal fatto che le ruote anteriori direzionali sono progettate in maniera differente rispetto a quelle posteriori. Inoltre, altri fattori da tenere in considerazione sono la distribuzione del peso e la pressione di montaggio. L'inversione delle ruote auto, perciò, consente di evitare che alcune ruote siano completamente inutilizzabili, quando le altre risultano ancora in ottimo stato. Al contrario, altre aziende sostengono che un intervento di inversione gomme va a compromettere la funzionalità delle ruote, questo avviene proprio perché gli pneumatici sono progettati in maniera diversa, e di conseguenza è importante che ognuna mantenga la sua posizione.

Inversione pneumatici, ogni quanto va fatta?

Se si decide di invertire gli pneumatici, è buona norma eseguire l’inversione circa ogni 10.000 km. Esistono, poi, altri fattori che possono indurre a invertire gli pneumatici con maggiore frequenza, come:

  • Alte velocità, carichi pesanti, lunghi tragitti: un veicolo sottoposto a maggiori sollecitazioni dovute a una guida ad alta velocità, alla percorrenza di lunghi tragitti o al trasporto di carichi pesanti necessita di inversioni più frequenti.

  • Usura irregolare: in presenza di usura irregolare è opportuno eseguire l’inversione degli pneumatici.

  • Rumorosità: se durante la guida su un fondo stradale uniforme si avverte una forte rumorosità proveniente dagli pneumatici, potrebbe essere necessario eseguire l’inversione.

Consigli

L’inversione degli pneumatici è un'operazione che può essere svolta con il fai da te, ma consigliamo di farla eseguire da esperti del settore. Prima di procedere consultate sempre il manuale d'uso del produttore del veicolo. Ecco alcune dritte:

  • Inversione dall'asse anteriore all'asse posteriore: eseguire l’inversione dall'asse anteriore all'asse posteriore solo se gli pneumatici hanno le stesse dimensioni.

  • Pneumatici di dimensioni diverse: in alcuni veicoli sull'asse anteriore sono montati pneumatici di dimensioni diverse rispetto all'asse posteriore, l’inversione va effettuata quindi sullo stesso asse.

  • Battistrada con disegno direzionale: se si esegue l’inversione di pneumatici dotati di battistrada con disegno direzionale, seguire sempre le frecce impresse sulla parete laterale dello pneumatico.

  • Smontaggio, montaggio e bilanciatura: queste sono operazioni necessarie per i veicoli che utilizzano pneumatici direzionali di misure diverse o ruote con offset anteriore e posteriore diverso.

Autofficine Trieste

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

  • Coronavirus: rallentano i contagi in FVG, oggi 44 in più

Torna su
TriestePrima è in caricamento