Multe bus immigrati pagate da Caritas, Destra Sociale: «Soldi cattolici non finanzino Islam»

CARITAS ORGANIZZAZIONE NO PROFIT? PARE PROPRIO DI NO!!

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Il Direttore della CARITAS di TS in diretta TV a SVEGLIA TRIESTE in onda su emittente regionale TELEQUATTRO dichiara il pagamento delle multe sui mezzi Trieste Trasporti per gli IMMIGRATI CLANDESTINI che vengono trovati a bordo senza il biglietto.

Questo fatto che reputo "MOLTO GRAVE" nei riguardi dei cittadini abbienti di Trieste evidenzia il SOTTERFUGIO ECONOMICO che ha creato l'invasione incontrollata di migranti "clandestini" ragionamento più che ovvio e reale, visto che è stato dichiarato dalle istituzioni locali e regionali che a ogni PROFUGO NON CLANDESTINO veniva rilasciato a spese di contribuenti triestini una abbonamento della trieste trasporti allo scopo di consentirgli vari tragitti urbani tra cui quello del VITTO E ALLOGGIO cioè SILOS e MENSA VIA DELL'ISTRIA, perchè solo quelli NON CLANDESTINI hanno l'abbonamento mentre quelli sprovvisti anche di documenti sono CLANDESTINI e quindi non esistono sulla carta ma materialmente possono essere benissimo dei "TERRORISTI ISLAMICI". Certo è una situazione molto preoccupante non sappiamo che persone siano e per quanto riguarda alla situazione igienico sanitaria allucinante vivendo all'interno del SILOS vengono a contatto con la popolazione a rischio di essere contaggiati con malattie.

La Chiesa il Clero anzichè aprire le porte per l'accoglienza cosa fà??? INCASSA DANARI PAGATI DA NOI CONTRIBUENTI ITALIANI E LI DESTINA ALL'ISLAM !!!!

Torna su
TriestePrima è in caricamento