72e Giornate Mediche Triestine: FISIOLOGIE E PATOLOGIE NOTTURNE

"Dio guardi un mal de note!"

Questa sera, alle 18, presso il Salone di Rappresentanza del Palazzo della Regione, si terrà l’inaugurazione delle Giornate Mediche Triestine. Il prof. Carlo Trombetta, Presidente dell’Associazione Medica Triestina, aprirà i lavori alla presenza delle autorità locali, l’Assessore alla Salute, integrazione socio-sanitaria e politiche sociali della Regione FVG Riccardo Riccardi, il Sindaco Roberto Dipiazza, il Direttore Vicario del Dipartimento Universitario Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute Paolo Gasparini, il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste Adriano Marcolongo, il Direttore Generale del IRCCS Burlo Garofalo Luigi Scannapieco e il prof. Mauro Melato dell’Ordine dei Medici.

Domani, venerdì 16 novembre alle ore 8.30 i lavori prenderanno il via presso l’Aula Magna “Rita Levi-Montalcini” dell’Ospedale di Cattinara.

Il tema delle patologie e fisiologia del sonno è multifattoriale e richiede competenze mediche trasversali.

L' AMT è in grado di coagulare la professionalità di diversi specialisti che da anni si preparavano ad affrontare l’argomento.

Pertanto quest'anno nel corso delle 72e Giornate Mediche Triestine si affronterà in modo completo e partendo da diverse prospettive il tema della Fisiologia e patologie notturne.

Si inizierà con i problemi legati alla sfera urologica, trattando di enuresi e nicturia per passare alle patologie legate all’erezione.

Si parlerà di quale le apnee notturne argomento di grande interesse che vede coinvolti più specialisti quali il pneumologo, l’otorino, l'odontoiatra il neurologo e in fine il cardiologo per ottenere una visione a 360 gradi e rendere il confronto più completo.

Il pomeriggio si aprirà con i ritmi circadiani, per proseguire con problemi reumatologici, gastroenterologi e cardiologici.

Si parlerà di Imaging perfusionale nell'ictus ischemico al risveglio, saranno analizzati i disturbi comportamentali e la depressione nella demenza.

L'intervento del medico di medicina generale che deve seguire il paziente cronico combinando l’assunzione di farmaci.

Si parlerà di paziente oncologico e di telemedicina nel monitoraggio notturno per concludere con l'intervento con il 118 e le chiamate notturne.

Le sessioni saranno un scambio tra Medici di Medicina Generale e specialisti al fine di creare una rete assistenziale dove il paziente viene assistito nella collaborazione delle varie figure coinvolte.

CREAUS/PC/ss

Allegati

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento