Venerdì, 30 Luglio 2021
ASUITs Informa

Ristrutturazione di Cattinara, Medicina di Gruppo Integrata e Trieste libera da contenzione

Questi i temi affrontati durante l'incontro periodico che si è svolto ieri, dedicato a tutte le Associazioni di Volontariato presenti sul territorio, ai referenti dei Comune e ai rappresentanti di tutte le Sigle Sindacali dei Pensionati

Si è tenuto ieri pomeriggio presso il Centro di Formazione Aziendale l’incontro periodico tra la Direzione dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste e le Associazioni di volontariato, i rappresentanti dei Comuni e i rappresentanti delle Sigle Sindacali dei Pensionati. In apertura sono intervenuti il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste Nicola Delli Quadri, l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Trieste Carlo Grilli e il Presidente dell’Ordine dei Medici di Trieste Claudio Pandullo.

RISTRUTTURAZIONE DI CATTINARA. Il Direttore di Presidio dell’ASUITs Lucia Pelusi ha esposto ai cittadini intervenuti le prossime fasi della ristrutturazione dell’Ospedale di Cattinara. Il sistema ospedaliero di Trieste sarà organizzato in base a livelli di intensità di cura diversificati (urgenza, acuzie, alta specialità; di base; post-acuzie e cure continuative). Il nuovo ospedale sarà realizzato con nuovi criteri organizzativi e funzionali; verranno fatte delle nuove edificazioni, tra cui la nuova sede dell’IRCCS Burlo Garofolo, interventi sull’esistente e altri interventi come ad esempio la riorganizzazione della viabilità, per consentire un facile accesso a tutte le strutture. Le Strutture del nuovo ospedale saranno sicure e integrate con funzioni di assistenza, didattica e ricerca: a Cattinara sarà creato anche un campus universitario.

Il cantiere inizierà a metà novembre; la preparazione degli interventi sta venendo pianificata nel corso di riunioni settimanali. Inizialmente verranno liberati 5 piani della Torre Medica, le cui strutture verranno ricollocate nella Torre Chirurgica, negli Ambulatori e all’Ospedale Maggiore. I primi spostamenti sono già cominciati e continueranno a giugno. Per semplificare l’accesso da parte dei cittadini, i recapiti telefonici resteranno comunque invariati anche a fronte di spostamenti e le eventuali modifiche di orari e sedi verranno comunicati attraverso gli organi di informazione e immediatamente aggiornati sul sito internet aziendale.

Si è scelto di anticipare i lavori di spostamento del Pronto Soccorso, che cominceranno subito dopo le opere propedeutiche, in meno di un anno. Il nuovo Pronto Soccorso provvisorio verrà realizzato in un edificio modulare che occuperà la parte antistante alle torri, dal giardino d’inverno agli ambulatori, per una superficie complessiva di 1.400 metri quadri (400 in più rispetto all’attuale) organizzati in maniera più efficiente e collegati al resto dell’ospedale. Sul canale Youtube di ASUITS è disponibile il video della conferenza stampa di presentazione dell’avvio del progetto esecutivo di ristrutturazione dell’Ospedale di Cattinara, al link https://www.youtube.com/watch?v=PJO5ICdeO5c&t=768s

MEDICINA DI GRUPPO INTEGRATA. Si è parlato anche di Medicina di gruppo integrata (l’elenco dei gruppi di medici è disponibile sul sito aziendale al link https://www.ass1.sanita.fvg.it/it/servizi_al_cittadino/medico/medicina-gruppo-integrata-mgi.html). L’invecchiamento della popolazione comporta che le persone che si rivolgono al medico di medicina generale presentano patologie complesse, richiedono tempo e attenzione sempre maggiore; il 30% ha più di 65 anni e ogni anno ci sono 1000 ultrasettantenni in più.

I modelli dell’assistenza si sono evoluti: la medicina di gruppo integrata si basa sulla messa in rete dei medici di medicina generale che, tramite i sistemi informatici, ognuno nel proprio ambulatorio, possono accedere alla cartella sanitaria informatica degli assistiti degli altri medici facenti parte del gruppo. Sarà così possibile accedere dalle 8 alle 20 nell’ambulatorio del medico in turno. Il servizio è operativo dal 1° giugno e ad oggi hanno aderito 130 medici su 170.

CAP. Il medico di medicina generale può essere presente, su base volontaria, anche all’interno dei Centri di Assistenza Primaria (CAP). Nei CAP viene fatta l’assistenza alle malattie croniche: il medico di medicina generale fornisce alla struttura l’elenco delle persone con malattie croniche, e queste vengono chiamate a presentarsi al CAP, dove trovano il medico curante e gli specialistie possono effettuare tutte le visite e degli esami al termine delle quali la persona esce con un piano di trattamento fino alla visita successiva. Questo modello di sanità d’iniziativa è stato realizzato in altre parti d’Italia e d’Europa con ottimi risultati. Grazie ai CAP in Toscana dal 2010 è stata ridotta la mortalità per le complicanze del diabete del 10%, dimostrando nei fatti il buon funzionamento del modello. A Trieste attualmente sono attivi due CAP all’Ospedale Maggiore e uno a Muggia; seguiranno Aurisina e Opicina.

NO ALLA CONTENZIONE. Il Direttore Infermieristico Maila Mislej ha affrontato infine il delicato tema della contenzione. L’Articolo 13 della Costituzione vieta la contenzione: essere contenuti è angoscioso, e se si cerca di liberarsi ci si può provocare un danno fisico, oltre al fatto che se si dovesse comunque cadere dal letto, si cade rovinosamente. Trieste ha messo al bando la contenzione da 10 anni, grazie all’aiuto dell’Ordine dei Medici, di magistrati triestini e italiani, dei fisioterapisti e al supporto di tutte le Direzioni Aziendali susseguitesi in questi anni.

Per eliminare la contenzione nell’area della Terapia Intensiva si sono aperte le porte dei reparti, cosa che in ogni caso fa bene al malato. La presenza dei familiari serve anche per non essere costretti a legare le persone nel caso in cui tentino di togliersi i devices. Non tutti hanno familiari che possono essere presenti 24 ore su 24, e in questo caso, anche per garantire a chiunque un trattamento equo, sono state coinvolte le associazioni di volontariato: hanno aderito 7 associazioni e 45 persone di tutte le età. E’ stata fatta la formazione, e i volontari sono stati assicurati allo stesso modo dei dipendenti dell’azienda. Nella Clinica Neurologica c’è stato un primo caso in cui sono stati effettuati dei turni assieme alla famiglia. E’ stato creato anche un Albo dei volontari dell’Articolo 13, al quale è possibile iscriversi per prestare questo tipo di assistenza alle persone ricoverate. Sul canale Youtube di ASUITs sono disponibili due video che trattano il tema della contenzione, al link https://www.youtube.com/watch?time_continue=4&v=80BkWpUfJb0 e https://www.youtube.com/watch?v=ToKBb2qugyk&list=PLNW8ezh2n7GzBt0AOHCzcmeHflELU8lYy e https://www.youtube.com/watch?v=fo97YUKXzSQ

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristrutturazione di Cattinara, Medicina di Gruppo Integrata e Trieste libera da contenzione

TriestePrima è in caricamento