WORKSHOP ALIMENTARE

ASPETTI INNOVATIVI PER LA SICUREZZA ALIMENTARE E NUTRIZIONALE NELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA

Si è tenuto oggi il workshop del Dipartimento di Prevenzione (DIP) dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste per presentare le raccomandazioni e gli strumenti operativi finalizzati a perfezionare gli aspetti di sicurezza alimentare e nutrizionale in occasione della stesura dei capitolati d’appalto/contratti nella ristorazione collettiva. Il tema coinvolge i rappresentanti di Pubbliche Amministrazioni, Enti e Aziende private, che curano ogni giorno sul nostro territorio la preparazione dei pasti serviti a oltre 25.000 persone che usufruiscono dei servizi di ristorazione collettiva nei diversi ambiti (istruzione, aziende, case di riposo). L’evento è finalizzato a promuovere e assicurare l’offerta di diete più protettive e sostenibili nei servizi delle refezioni mediante una metodologia promossa dal Ministero della Salute.

Il lavoro è frutto delle ricerche condotte dal DIP negli ultimi 3 anni, in collaborazione con il laboratorio merceologico dell’Università di Trieste e presentate recentemente alla Conferenza Europea di Sanità Pubblica di Stoccolma e al Congresso internazionale di Sanità Pubblica e Nutrizione a Londra.

Le raccomandazioni formulate dall’ASUITs si allineano alle strategie delineate dalle politiche sanitarie Europee, Nazionali e Regionali che, attraverso il miglioramento della qualità dei servizi di ristorazione collettiva, mirano a garantire una dieta protettiva rispetto a numerose patologie croniche, una dieta sana e sostenibile per tutti, a cominciare dalla popolazione più fragile come bambini e anziani.

La capacità protettiva degli alimenti, strettamente collegata alla qualità del cibo disponibile e, di conseguenza, alla qualità di vita delle collettività, rappresenta un aspetto fondamentale di salute ed appare indispensabile sensibilizzare la popolazione non solo sulla stretta connessione esistente fra nutrizione, salute e benessere, ma anche su come tali tematiche non possano prescindere da quelle relative allo sviluppo sostenibile.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento