Partner

Scopri come modificare le abitudini quotidiane può portare grandi benefici

Anche la scelta di una fornitura di energia e gas a basso impatto ambientale contribuisce alla lotta al cambiamento climatico

Tra i servizi più comuni ed essenziali, presenti in tutte le abitazioni, vi sono sicuramente le forniture di energia e gas.
Vengono utilizzate nella vita quotidiana, forse, più spesso di quanto non ci si renda conto.
Quando ci si fa una doccia calda dopo una giornata pesante, quando si mette a bollire una pentola d’acqua per preparare la cena, quando si accende la radio per rilassarsi un po’, ci si serve proprio di queste preziose risorse.

Non tutti sono consapevoli, però, di quanto questi gesti influiscano a livello di ecosostenibilità: essendo gas ed energia utilizzati costantemente, infatti, anche in casi di consumi relativamente bassi, producono l’effetto della classica “goccia nel mare”.
Le centrali elettriche sono responsabili di emissioni di CO2 durante il ciclo di produzione di energia; a questo, va aggiunta un’ulteriore quota, dovuta alle dispersioni causate dal trasporto della stessa.
Lo stesso vale per la produzione e fornitura di gas che, normalmente, produce emissioni di CO2, che incrementa l’effetto serra.

Dunque si può agire limitando i consumi e gli sprechi, posizionando i termostati ad una temperatura costante e non eccessiva.
Inoltre, per evitare dispersioni di calore, si possono installare sistemi efficienti di isolamento, come i doppi vetri.
Se, poi, si isola la casa con un sistema a cappotto si ottiene un ulteriore risparmio, che ammonta a circa 630 kg di CO2 all'anno.
Infine, è il caso di valutare con attenzione le scelte di consumo relative alle forniture di casa, che hanno la possibilità di contribuire a migliorare la situazione ambientale.
Oggi esistono delle aziende che si impegnano nell’offrire soluzioni convenienti e, allo stesso tempo, più ecologiche.

Quando la scelta delle forniture di energia elettrica aiuta l’ambiente

È il caso di EstEnergy, società del Gruppo Hera, che propone offerte per la fornitura di luce e gas vantaggiose e che risultano, allo stesso tempo, completamente ecosostenibili.
Ad esempio, l’offerta “Impronta Zero” è studiata appositamente per ridurre al minimo l’impronta ambientale delle forniture di luce e gas.
Data la difficile condizione climatica odierna, infatti, le aziende devono, necessariamente, rivedere il proprio modello di business, adattandolo alle indicazioni poste dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile presenti in Agenda 2030 (stilata dagli Stati Uniti nel 2015).
Fondamentale è la decarbonizzazione dei prodotti.
Per questo motivo, EstEnergy offre energia elettrica proveniente solo da fonti rinnovabili e garantita da certificati GO (Garanzie di Origine).
Il gas è CO2 free al 100%, grazie alla compensazione delle emissioni di anidride carbonica legata alla fornitura.
Per fare ciò, EstEnergy acquista crediti di carbonio certificati, con i quali supporta progetti internazionali dedicati alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Protocollo di Kyoto e crediti di carbonio

L’utilizzo dei crediti di carbonio è stato introdotto già dal 2005, in seguito all’approvazione del protocollo di Kyoto, come meccanismo finanziario utile a compensare le emissioni, operando positivamente sul cambiamento climatico.

Il credito di carbonio è un’unità finanziaria che corrisponde alla rimozione di una tonnellata di CO2 equivalente dall'atmosfera.
Acquistare crediti di carbonio, quindi, consente alle aziende che emettono gas serra di contribuire economicamente alla realizzazione e allo sviluppo di progetti dedicati alla tutela ambientale e che propongono modelli di sviluppo sostenibile.

Tramite i crediti di carbonio, EstEnergy supporta due importanti progetti internazionali, certificati dai più alti standard internazionali in materia di riduzione delle emissioni di carbonio.
Questo, anche tramite la collaborazione con Carbonsink, operatore impegnato nel sostenere le imprese nella gestione delle emissioni di CO2, che stila strategie ad hoc per fronteggiare il problema del cambiamento climatico. 

I progetti che EstEnergy finanzia sono:

  • Balabanli Wind Power Plant Project. Situato in Turchia, il progetto sarà dedicato alla promozione dell’energia rinnovabile nella zona.
    Inoltre, favorirà lo sviluppo economico locale e la creazione di posti di lavoro, necessari alla costruzione del parco eolico.
    Infine, consentirà una riduzione annuale di 88.522 tonnellate di CO2
     
  • Baspa Hydroelectric Project sito nel distretto dell’Himachal Pradesh, in India, consentirà agli abitanti del luogo, l’accesso a energia di qualità, economica e sostenibile; nel contempo, porterà nuove opportunità lavorative e sviluppo economico locale.
    Per quanto riguarda le emissioni, permetterà la riduzione annuale di oltre 1 milione di tonnellate di CO2

Impronta Zero è un’offerta pensata per le persone, sia per quanto riguarda il contributo per un ambiente più pulito, sia per l’aspetto economico.
Infatti, offre condizioni molto convenienti; prevede un prezzo fisso della componente energia e della materia prima gas per ben 30 mesi.
Inoltre, per ogni nuovo contratto di gas e luce, è riservato uno sconto di € 45,00.
In questo modo, passando a Impronta Zero con entrambe le forniture, si ottiene uno sconto di € 90,00.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di EstEnergy; inserendo il proprio numero telefonico nell’apposito form, si verrà ricontattati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scopri come modificare le abitudini quotidiane può portare grandi benefici

TriestePrima è in caricamento