La bici: non più un mezzo di trasporto, ma un componente della famiglia

Il boom di acquisti di biciclette negli ultimi anni avvalora questa tesi: oggi la bici è un’emanazione della propria personalità, un’anima da custodire in maniera sempre più attenta

Non chiamatelo bonus. L’incentivo di cui hanno potuto beneficiare coloro che hanno acquistato una bicicletta (o un monopattino) nel corso dell’anno 2020 non è stata solamente un’occasione per ottenere un rimborso del 60%. Ciò che si è verificato lo scorso anno è un vero proprio traguardo finale di tutto un percorso che sta rivoluzionando la società.

Rispetto al 2019, si è verificato un balzo di circa 60% degli acquisti di bici per un totale di circa 540 mila biciclette. Il cambiamento non è però da riscontrare nella corsa al rimborso, quanto piuttosto nella propensione di migliaia di persone a decidere di adottare uno stile di vita più sostenibile e meno inquinante. E oggi decidere di acquistare (o noleggiare) una bicicletta vuol dire fare un grande regalo all’ambiente e a se stessi. Basti pensare che le bici elettriche sono state le più acquistate.

Pedalo dunque sono

Alla base del desiderio di acquistare una bici vi è quindi la voglia di vivere bene, di valutare come imprescindibile la qualità della vita a discapito della frenesia quotidiana. Non è più un semplice mezzo di trasporto, più veloce degli altri e comodo da parcheggiare.
La bicicletta oggi è l’emanazione della personalità (per molti vige la regola “Pedalo dunque sono”) e le moltissime aperture da parte delle amministrazioni comunali nei confronti di progettazione di piste ciclabili tendono a prevedere un miglioramento sempre più attivo di questo fenomeno.
La bicicletta non è più un oggetto, uno strumento per muoversi, ma in alcuni casi un vero e proprio componente aggiuntivo della famiglia, quasi dotato di vita propria.
Il boom di vendite ha riguardato non solo biciclette da città ma anche mountain bike. E questi ultimi sono notoriamente considerati una garanzia. Gli amanti della mountain bike infatti si sono sempre distinti come clientela attenta, esigente e aperta nei confronti della novità.

Una missione da compiere

Ed è proprio agli appassionati di mountain bike che si rivolge Koala Bike, un’eccellenza del settore.“Crediamo che la vita con una bici sia una vita migliore e che ogni bicicletta abbia una missione da compiere”, recita così una frase presente all’interno del sito di Koala Bike.
Da qui è già riscontrabile l’aspirazione dell’attività: vivere in bici è uno stile di vita e il cliente ideale, che sia amatore o professionista, è proprio chi accoglie questo spirito. Mountain bike elettriche e muscolari, accessori quali lucchetti e cambi, caschi e abbigliamento e un servizio di SOS Bike Assicurazione in caso o incidente: questi sono solo alcuni dei servizi che Koala Bike offre ai propri clienti.

Prodotti esclusivi a Trieste

Con l'occhio sempre rivolto alla qualità, Koala Bike si distingue per l’esclusività dei prodotti: il negozio, ubicato in via del Molino a vento 3 a Trieste, è l’unico nella città in cui poter trovare le mountain bike Kellys, (nelle differenti versioni LUMI, THEOS e TYGON), le Raymon o le Husqvarna, solo per citarne alcune.
Koala Bike è un centro specializzato e offre un servizio di consulenza che accompagna il cliente nella fase di pre-acquisto e acquisto finale. Inoltre, l’assistenza continua da parte del personale è sintomo di una dedizione particolare nei confronti della persona.
A differenza di negozi generici di articoli sportivi, dove il cliente è solo un numero ed è perlopiù di passaggio solo per effettuare un acquisto, Koala Bike offre a chi entra una reale possibilità: concedere alla propria bicicletta di realizzare la missione che vuole compiere.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Incidente con fuga in viale d'Annunzio: presi i "pirati della strada"

  • Rissa tra giovani davanti ad un bar in pieno centro, fermati quattro minorenni

  • Dieta: ieri pesavi un chilo in meno e oggi 800 grammi in più? Ecco perché succede

  • "Suo marito ha ucciso dei bambini, ci dia 30mila euro e non lo arrestiamo": finti poliziotti truffano anziana

  • Dj italiano di 49 anni ucciso in Francia, la polizia indaga sulla giovane compagna triestina

  • "Il tuo pacco sta arrivando", ma è un virus: denunce a raffica a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento