Notizie dalla giunta

300 anni Maria Teresa: Bolzonello, visione sviluppo fu ieri ed è oggi

Trieste, 4 maggio - "Abbiamo interpretato le iniziative per celebrare i 300 anni dalla nascita di Maria Teresa non con spirito nostalgico ma puntando a cogliere la capacità di visione di Maria Teresa, che seppe leggere le potenzialità di un territorio. Oggi questa visione, secondo i tempi mutati, può essere proiettata nel futuro di Trieste e della sua portualità come centro di sviluppo logistico e finanziario a servizio di tutto il Friuli Venezia Giulia". E' la riflessione del vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello a conclusione della presentazione delle iniziative promosse dalla Regione insieme alla Cei (Iniziativa Centro Europea) per i 300 anni dalla nascita dell'imperatrice che contribuì in maniera determinante a cambiare il volto della città giuliana. La conferenza stampa si è tenuta oggi nella Sala Lloyd del Palazzo della Regione a Trieste e ha visto il vicepresidente Bolzonello e l'assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti illustrare il programma degli eventi e lo spirito che li anima, con l'intervento del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza. Bolzonello ha evidenziato il sostegno convinto della Regione alla manifestazione. "Leggere la storia di Trieste attraverso il periodo di Maria Teresa d'Austria fa capire esattamente cosa significò in quegli anni del Settecento disegnare un futuro per un territorio, legarlo alla componente socio-economica, finanziaria e alla capacità di sfruttare la logistica con l'abbattimento delle mura del porto, l'avvio di rotte commerciali e - questo è vero di salto di qualità - il passaggio da città portuale a città emporiale". Come ha rilevato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, "oggi Trieste è da un lato città della scienza e della ricerca - proprio in giornata, a proposito, l'approvazione di una mozione a firma lunga in Consiglio regionale - e dall'altro città legata alla logistica e alla portualità e con un grande retroporto e una grande opportunità a disposizione delle aziende udinesi, pordenonesi e goriziane". Bolzonello ha posto l'accento anche sulla valenza turistica degli eventi illustrati oggi dall'assessore Torrenti: il 13 maggio si terranno una tavola rotonda su "Visione geopolitica e modernità di Maria Teresa" nel Palazzo in Regione e la lectio magistralis aperta al pubblico di Paolo Mieli alla stazione Marittima; il 6 maggio sarà inaugurata al Magazzino delle idee la mostra "Maria Teresa e Trieste. Storie e culture della città e del suo porto" a cura dell'Erpac, preceduta il giorno 5 da una conferenza pubblica di Philippe Daverio. Le celebrazioni teresiane, ha osservato Bolzonello, "s'inseriscono appieno nello sviluppo turistico di una città meravigliosa dal punto di vista paesaggistico ma anche dal punto di vista storico e culturale, che è capace per questo abbinamento di fattori di richiamare turisti da tutto il mondo". ARC/PPH/EP
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

300 anni Maria Teresa: Bolzonello, visione sviluppo fu ieri ed è oggi

TriestePrima è in caricamento