rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Adunata: Giunta FVG, i messaggi degli assessori agli Alpini

Udine, 14 mag - In occasione della 94ma Adunata nazionale degli Alpini, in corso a Udine, molti assessori della Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia hanno voluto esprimere un proprio messaggio. Il vicegovernatore e assessore alla Cultura e sport, Mario Anzil, presente stamani sul palco delle autorità, ha detto di voler "testimoniare un plauso per questa straordinaria sfilata dove si respira il profumo per il valore alpino che è amore per il proprio territorio, nonché spirito di servizio per la propria comunità ed esempio per le nuove generazioni". Cristina Amirante, assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, per la prima volta sul palco delle autorità regionali, ha dichiarato di ricordare molto bene l'Adunata di Pordenone nel 2014, un'esperienza emozionante: "Oggi quell'emozione è alle stelle, è stata una festa per le istituzioni e per tutti i cittadini che hanno a cuore gli Alpini, i valori che rappresentano, le nostre tradizioni, il nostro Friuli Venezia Giulia". In presenza dal pomeriggio anche l'assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, che ha voluto sottolineare come "l'Adunata sia stata una sfida superata per la macchina organizzativa e per la Regione, con lo stand 'Io sono Friuli Venezia Giulia' tra i più apprezzati. Per un giorno Udine è diventata capitale d'Italia, con gli occhi di tutta la nazione rivolti al Friuli Venezia Giulia e quindi è stata un'occasione di grandissima visibilità". Anche l'assessore al Patrimonio Sebastiano Callari ha inviato un messaggio. "Il grande valore della Patria, forgiato nel cuore degli Alpini e visibile in ogni volto che abbiamo incontrato in giro per la regione, fa ricordare quella massima di Eraclito 'Ethos Antropos Daimon', ovvero il carattere dell'uomo è il suo destino. E questa terra ha un legame indissolubile con il destino di ogni alpino". Riccardo Riccardi, assessore alla Salute e Protezione civile, presente a Udine fin dal mattino e in parata con la Protezione civile: "Cambiano i tempi, le epoche, la società e le persone ma non cambiano i valori che, immutati, gli Alpini hanno saputo trasmettere alle comunità e alle nuove generazioni: valori e principi fondanti che ci indicano la via, specialmente in questo momento storico dove la solidarietà rappresenta quanto di più importante per vincere le sfide del presente e del prossimo futuro. Valori che incarna la Protezione civile con i suoi uomini e con le sue donne: abnegazione, sacrificio disponibilità, amore per la propria terra e per le proprie comunità. Un onore e un privilegio sfilare con loro". L'assessore alle Autonomie e Corregionali Pierpaolo Roberti ha rivolto un pensiero proprio ai tanti Alpini che hanno rappresentato a Udine i 7mila iscritti alle sezioni estere: "Per gli Alpini qui da noi è casa, una casa mai dimenticata dai nostri corregionali all'estero che ritrovano oggi i valori profondi di una civiltà cementata nei momenti più difficili. Lo stare insieme, l'aiutarsi, l'esser l'uno per gli altri: questo insegnano le Penne nere. Vedere quest'Adunata, anche solo nelle immagini che gireranno per tutto il mondo, conferma che esiste ancora un'interpretazione generosa della società in carne e ossa, dove la modalità virtuale non ha scalzato l'umanità". Alessia Rosolen, assessore al Lavoro, istruzione e famiglia, ha inviato un messaggio: "Gli Alpini sono la rappresentazione dell'Italia che vogliamo. Esempio per ognuno di noi, perché portatori dei valori fondanti della società: comunità, solidarietà, identità, difesa e salvaguardia del territorio, orgoglio e capacità di ricostruire in senso fisico e metaforico. L'Adunata non è un rito, è la rappresentazione plastica dell'orgoglio per ciò che gli Alpini sono oggi ma soprattutto per ciò che hanno rappresentato nella storia dell'Italia. Il servizio militare che gli uomini che oggi sfilano hanno fatto ha rappresentato per decenni un rito di passaggio fondamentale dall'età giovane a quella adulta: un 'servizio' capace di cambiare la visuale delle persone focalizzandola sulla comunità piuttosto che sul singolo individuo". Fabio Scoccimarro, assessore alla Difesa dell'ambiente e sviluppo sostenibile, anch'egli sul palco a Udine stamattina, ha definito l'Adunata, "una bellissima manifestazione, come 20 anni fa da presidente della Provincia feci sfilare le truppe Alpine a Trieste. Grandi reparti, grande professionalità, una forza armata amata e da supportare. Sono convinto che una 'mini' leva per i nostri ragazzi e ragazze sarebbe un'importante scuola di vita, e anche militare, utile per loro e per il Paese". L'assessore alle Finanze Barbara Zilli, che ha assistito alla sfilata sul palco dal primo pomeriggio, ha rivolto un pensiero al compianto patron del Giro d'Italia in Friuli ed ex alpino Enzo Cainero, a cui sono stati dedicati molti striscioni lungo le vie della città. "Il Friuli Venezia Giulia rinsalda il suo legame già solido ospitando questa 94ma adunata: i valori alpini sono nel dna della comunità di questa regione e la sfilata con tantissima partecipazione dimostra come siano vivi. L'auspicio - ha concluso - è che chi ha responsabilità di governo ed ha un ruolo formativo riesca a trasmetterli alle giovani generazioni affinché non si affievoliscano nel futuro". ARC/SSA-EP/pph

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adunata: Giunta FVG, i messaggi degli assessori agli Alpini

TriestePrima è in caricamento