Notizie dalla giunta

Agenda digitale: Callari, accelerare diffusione Banda ultra larga

Udine, 22 dic - L'assessore regionale al Patrimonio e sistemi informativi, Sebastiano Callari, nel ruolo di presidente della Commissione Agenda digitale della Conferenza delle Regioni e delle Province autonomie, ha partecipato alla riunione del Comitato Banda ultra larga, che è stato coordinato dal ministro per l'Innovazione e la digitalizzazione, Paola Pisano.

Si è trattato di un'occasione importante - ha spiegato Callari -, perché ha consentito di fare il punto sull'andamento delle misure promosse dallo Stato per favorire la diffusione e il completamento della Banda ultra larga su tutto il territorio nazionale e consentire al maggior numero di cittadini e imprese di fruire della rete Bul.

A tale proposito, Callari ha chiesto al ministro Pisano un'accelerazione sull'estensione a tutto il territorio nazionale della Bul. È un processo, quello della digitalizzazione, che va completato entro i prossimi due anni, per evitare che i cittadini e le imprese, ma anche il mondo della scuola, subiscano ulteriori disagi a causa dei ritardi rispetto alle potenzialità della rete. Questo, anche alla luce della particolare situazione generata dalla pandemia, che ha evidenziato ulteriormente tale esigenza.

Nel corso della riunione si è parlato del Piano Voucher fase 1, che consiste nella concessione di uno sconto sul canone di abbonamento a servizi internet a banda ultra larga, nel caso di attivazione di nuove utenze a rete fissa, e nella fornitura di un personal computer o tablet, per le famiglie con Isee inferiore a 20mila euro.

A tale proposito, Callari ha ricordato al ministro che il Friuli Venezia Giulia, assieme ad altre quattro regioni, ha scelto di indirizzare le somme messe a disposizione dallo Stato ai territori più svantaggiati, in particolare a quelli montani. Si tratta infatti di risorse esigue rispetto alle reali esigenze del territorio e la soluzione individuata potrà consentire risultati maggiormente significativi.

L'assessore regionale ha chiesto altresì che nei primi mesi del 2021 sia possibile riorientare le scelte adottate per ottimizzare l'impiego di tali risorse. Per quanto riguarda il Piano Voucher fase 2, per la concessione di contributi con gli stessi obiettivi a famiglie con reddito Isee fino a 50mila euro e alle imprese, così come per il Piano scuole, l'assessore ha espresso l'auspicio che possano essere accelerate le procedure, per affermare la digitalizzazione a vantaggio dei cittadini e delle aziende. Callari ha rimarcato inoltre che anche il Piano scuole deve poter essere attuato rapidamente, visto che molti nostri studenti e giovani stanno utilizzando le possibilità offerte dalla digitalizzazione per poter fruire del diritto allo studio: la connessione in rete permette a molti di loro di non perdere tempo prezioso per l'istruzione e la formazione.

L'obiettivo che ci si dovrà porre è quello di garantire in tutti gli istituti scolastici la fruibilità del collegamento in rete a un Gigabit, ma soprattutto - ha concluso Callari - dev'essere verificato rapidamente il percorso di diffusione della banda ultra larga nel Paese, che per quanto riguarda le aree cosiddette Bianche, pressoché prive di infrastrutturazione digitale, procede a rilento rispetto alle previsioni. ARC/CM/ma



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenda digitale: Callari, accelerare diffusione Banda ultra larga

TriestePrima è in caricamento