AGRICOLTURA: BOLZONELLO, IMPIANTI TORRICELLA DENOTANO LUNGIMIRANZA

San Vito al Tagliamento (PN), 21 nov - "La Società Cooperativa Agricola di San Vito al Tagliamento, con gli impianti che oggi s'inaugurano, ha dimostrato lungimiranza in una fase di difficoltà per il settore cerealicolo". Lo ha affermato il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello, all'essiccatoio intercomunale Torricella, località di San Vito al Tagliamento, dove i quarant'anni della Cooperativa sono stati festeggiati con il taglio del nastro per il nuovo essiccatoio e il nuovo mulino, attivi da settembre scorso.

Le nuove strutture si collegano all'impianto a Biogas in funzione dal 2012 e della potenza di 999 kWh, anello chiave di un ciclo produttivo orientato alla green economy. L'acqua calda del Biogas, che alimenta sia la macinazione sia l'essiccazione, ha permesso di sfruttare tutti i prodotti agricoli del sito, in particolare gli scarti di produzione, e ha portato a una riduzione delle emissioni di anidride carbonica del 50 per cento. Il comprensorio si è dotato negli anni anche di un impianto fotovoltaico.

Secondo Bolzonello, il percorso dell'essiccatoio intercomunale può produrre altri risultati importanti. "Questo sito è stato interessato da una riconversione - ha detto - ed è parte di un lavoro più ampio da fare che può trovare validi strumenti nel nuovo Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 pensato proprio per dare competitività al settore primario".

A livello generale, il vicepresidente della Regione ha rimarcato la "centralità della cooperazione, uno dei grandi motori trainanti dell'economia del Friuli Venezia Giulia, per troppo tempo sottovalutata", e ha evidenziato che "proprio al mondo della cooperazione risalgono i numeri più grandi della produzione agricola, nella quale il pordenonese ha un ruolo fondamentale".

L'affollata cerimonia ha visto il presidente della Cooperativa Tomaso Fabris ricostruire il percorso di un gruppo di persone che dal 1975 ha creduto nel proprio lavoro e ha attraversato sfide che oggi annoverano competitori internazionali. Gli ostacoli nel tempo sono stati l'età dei soci, i lacci della burocrazia e le difficoltà, in termini di costo, create dalla lotta alle tossine sui cereali.

"Quando iniziammo - ha detto Fabris - c'era la grande crisi petrolifera, quando abbiamo avviato la ristrutturazione era già scoppiata la crisi finanziaria, ma noi siamo andati avanti". Secondo il sindaco di San Vito al Tagliamento Antonio Di Bisceglie, "le realizzazioni innovative di Torricella sono il tipico frutto dell'ingegno contadino". Un ingegno che spinge a moltiplicare le ricchezze, come detta la Parabola dei Talenti letta da monsignor Dario Roncadin nell'impartire una benedizione in cui ha esortato gli agricoltori a "vincere la paura che fa restare immobili".

Tra il folto pubblico rappresentanti del mondo cooperativo e bancario e amministratori municipali dei Comuni contermini di Casarsa della Delizia e di Zoppola.

ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, da domani prenotazioni anche via web

Torna su
TriestePrima è in caricamento