rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Notizie dalla giunta

AGRICOLTURA: SHAURLI, FLOROVIVAISMO PARTE IMPORTANTE SETTORE PRIMARIO

Trieste, 12 set 2015 - "Il florovivaismo è una parte assolutamente importante del settore primario della nostra regione: basti pensare che vi sono impegnate 120 imprese su più di 150 ettari, senza dimenticare ovviamente il leader mondiale nella produzione di Barbatelle. Ma nel contesto di questa importante manifestazione, mi piace sottolineare anche il percorso qui presente sul valore del cibo come patrimonio culturale".

Lo ha detto l'assessore regionale alle Risorse agricole e forestali del Friuli Venezia Giulia Cristiano Shaurli che oggi ha inaugurato la terza edizione di Nel giardino del doge Manin, manifestazione florovivaistica dedicata all'amore per il verde e la natura che sempre più sta conquistando folte schiere di appassionati e che riempie i 18 ettari del Parco di Villa Manin di Passariano sia oggi che domani, domenica 13, dalle 9.00 del mattino al tramonto, a ingresso gratuito.

L'assessore regionale Shaurli ha anche ricordato come fino a qualche decennio fa l'agricoltura fosse considerata come un settore marginale dell'economia regionale, mentre ora ha ripreso un ruolo centrale, e non solo in senso economico. "L'agricoltura è paesaggio, è rispetto del territorio, è identità e storia, spesso è cultura", ha sottolineato l'assessore, mentre il sovrintendente di Villa Manin Piero Colussi ha ricordato il ruolo della Villa, "dimora storica che vuole valorizzare le risorse del territorio", e Rita Auriemma, direttore dell'Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale, ha accennato alla necessità di "qualificare sempre più in senso culturale l'offerta turistica della regione".

Nella rassegna di Passariano grande attenzione è stata posta in modo particolare alla qualità della proposta e alla capacità del settore di presentarsi al pubblico in modo accattivante e innovativo: Lili Soldatich, curatrice dell'esposizione, ha selezionato con cura quasi 100 espositori (numero record per l'iniziativa) in tutta Italia e in Slovenia, con l'unico obbiettivo di offrire il meglio di ciò che il mercato può presentare a quanti desiderano rinnovare e qualificare il proprio spazio verde, con una proposta complessiva in piena armonia con la bellezza della Villa e del Parco.

Grazie alla collaborazione con l'Azienda Speciale Villa Manin, la Regione, l'ERSA, TurismoFVG, la Fondazione CRUP e l'Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale, la manifestazione si è arricchita di una serie di iniziative culturali che vedono protagonisti l'ulivo e l'olio extravergine d'oliva, a partire da un convegno, domenica mattina alle 10.30, il secondo del ciclo La cultura…si mangia!, organizzato dall'Istituto, sulla produzione e il commercio dell'olio nell'antichità ad Aquileia e sul tema dei rapporti tra cibo e paesaggio.

Docenti universitari inoltre insegneranno a riconoscere le diverse qualità dell'olio, e saranno allestite degustazioni guidate delle eccellenze prodotte nella nostra regione, così come ai più piccoli saranno dedicati divertenti corsi di cucina mentre gli appassionati di giardinaggio potranno sapere tutto sui segreti della potatura dell'ulivo.

Le orchidee e le montagne del Friuli Venezia Giulia saranno presentate in due diverse mostre fotografiche di grande suggestione, curate dall'Associazione Fotografi Naturalisti Italiani, e altri appuntamenti, come presentazioni di libri, conversazioni con esperti, laboratori sulle tecniche della terracotta e del bonsai, arricchiranno ulteriormente il programma di una kermesse per tutti, pensata in modo particolare per le famiglie che potranno godere, anche in carrozze d'epoca, delle meraviglie artistiche e naturali del grande Parco di Villa Manin.

ARC/Com/PPD



In Evidenza

Potrebbe interessarti

AGRICOLTURA: SHAURLI, FLOROVIVAISMO PARTE IMPORTANTE SETTORE PRIMARIO

TriestePrima è in caricamento