Notizie dalla giunta

AGRICOLTURA: SHAURLI, NUOVO PSR VERSO LA PIENA OPERATIVITÀ

Trieste, 01 set - "Una riunione di carattere fortemente operativo": così l'assessore regionale alle Risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli ha voluto impostare i lavori del Tavolo di partenariato del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia, convocato nella sala consiliare di Palazzo Belgrado a Udine.

All'ordine del giorno, oltre a un aggiornamento sull'iter di approvazione del Programma da parte della Commissione europea, atteso a giorni, la proposta di composizione del Comitato di sorveglianza, organismo al quale i regolamenti comunitari attribuiscono compiti non solo di vigilanza ma di partecipazione attiva all'attuazione del Programma.

Sul primo punto, l'assessore Shaurli ha espresso soddisfazione per la conclusione, durante il mese di agosto, di quella che è stata "una partita lunga e difficile", ovvero il confronto informale con la Commissione Europea. "Manca solo il timbro definitivo, dopo che abbiamo provveduto anche agli ultimi ritocchi formali richiesti dalla Commissione", ha affermato Shaurli, che ha ringraziato gli uffici della direzione centrale Risorse agricole della Regione per la tempestività con cui hanno dato puntuale riscontro alle osservazioni di Bruxelles.

L'Autorità di Gestione del PSR, Serena Cutrano, ha sottolineato come non sia stata modificata in alcun modo la strategia complessiva del Programma. La Commissione Europea ha chiesto che nel Programma la "cantierabilità" non fosse precondizione per la selezione dei progetti, dal momento che l'Unione Europea ritiene fondamentale la qualità dei progetti stessi e la loro rispondenza a indirizzi e strategie delineate dal PSR. Richiesta condivisa e accolta, anche se sarà necessario, a valle dell'approvazione dei progetti, prescrivere ai beneficiari tempi di realizzazione coerenti con l'avanzamento complessivo del Programma.

Un altro punto oggetto di approfondimento con la Direzione Ambiente della Commissione Europea è stato quello relativo all'acquisto di immobili nell'ambito del PSR, che dovrà avere motivazioni forti di salvaguardia dell'ambiente e di risparmio nel consumo di suolo.

Un terzo punto importante riguarda le graduatorie che, per espressa richiesta della Commissione, dovranno avere una validità massima di due anni per dare ai beneficiari maggiori possibilità di accesso alle varie misure.

È stata quindi presentata la proposta di composizione del Comitato di sorveglianza, una settantina di membri tra componenti istituzionali, delle parti economiche, delle parti sociali, del mondo della ricerca, della formazione e della difesa dell'ambiente.

La novità principale rispetto al PSR 2007-2013 sarà rappresentata dall'ingresso nel Comitato dei rappresentanti della Commissione regionale Pari Opportunità, della Consulta delle Associazione dei Disabili, del Comitato regionale del Volontariato e del garante regionale dei Diritti alla Persona.

"Una rappresentanza - ha sottolineato l'assessore Shaurli - che testimonia la volontà della Regione Friuli Venezia Giulia, in sintonia con l'Unione Europea, di promuovere e sostenere la crescita di un'agricoltura sempre più multifunzionale".

La composizione del nuovo Comitato, approvata all'unanimità, verrà ufficializzata nelle prossime settimane con delibera della Giunta regionale, per consentire quanto prima al Comitato (come previsto dai regolamenti comunitari) di esprimersi sui criteri di selezione, indispensabili per la pubblicazione dei bandi.

L'assessore ha poi voluto sottolineare, ancora una volta, il notevole successo riscosso dai primi due bandi del nuovo PSR (condizionati, ovvero pubblicati nelle more dell'approvazione definitiva di Bruxelles) che hanno registrato, rispetto ad analoghi bandi della vecchia Programmazione, un incremento del 32 per cento delle adesioni alle misure agroambientali e addirittura del 150 per cento di quelle riferite all'agricoltura biologica.

"Un esordio positivo - ha concluso Shaurli - che vogliamo considerare di buon auspicio per il PSR appena avviato e più in generale per il futuro del comparto agroalimentare della nostra Regione".

ARC/Com/PF



In Evidenza

Potrebbe interessarti

AGRICOLTURA: SHAURLI, NUOVO PSR VERSO LA PIENA OPERATIVITÀ

TriestePrima è in caricamento