AGRICOLTURA: SHAURLI, OK A REGOLAMENTO AIUTI PIANI DI RISTRUTTURAZIONE

Trieste, 30 gen - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore alle Risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli, ha approvato un nuovo Regolamento contenente criteri e modalità applicabili per la concessione di aiuti a favore delle imprese agricole in difficoltà.

Gli aiuti sono concessi a imprese che producono, trasformano o commercializzano prodotti agricoli in regione, rientrano nella definizione comunitaria di imprese in difficoltà e realizzano piani di ristrutturazione al fine di permettere il ripristino a lungo termine della loro redditività.

"Questa possibilità innovativa di intervento anche in conto capitale è frutto di un'impegnativa negoziazione con la Commissione Europea e consentirà alla Regione di individuare e intervenire in settori e situazioni di particolare crisi - ha chiarito Shaurli -; si tratta di aiuti concessi in osservanza delle condizioni previste dalla normativa europea sugli Aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese non finanziarie, in difficoltà".

"La normativa europea - ha spiegato ancora l'assessore - ci consente infatti, in casi molto definiti e limitati, di intervenire in termini straordinari a favore di imprese la cui uscita dal mercato provocherebbe importanti ricadute economiche e sociali sia nel comparto produttivo che, più in generale, sul territorio".

Nel Regolamento vengono specificate le tipologie di agevolazione attraverso le quali viene sostenuta la realizzazione dei piani di ristrutturazione. Sono previste la contribuzione in conto capitale, nel limite massimo di 500.000,00 euro, la tipologia creditizia, con l'utilizzo delle disponibilità del Fondo di rotazione per interventi nel settore agricolo (legge regionale 80/1982) nel limite di 2.000.000,00 di euro di finanziamento agevolato e, infine, la riduzione degli oneri derivanti all'impresa dall'ammortamento di finanziamenti erogati ai sensi della legge regionale 80/1982 o la rimodulazione temporale del piano di ammortamento per la quota degli stessi finanziamenti erogata con capitale regionale.

"È una nuova opportunità che va ad aggiungersi a quelle già messe in campo con convinzione - ha concluso Shaurli - dall'Amministrazione regionale attraverso il Fondo di rotazione che oltre a una dotazione finanziaria importante che non si vedeva da anni ora in settori limitati e in particolare crisi, potrà intervenire a supporto delle imprese con ancor maggior precisione e celerità".

ARC/LP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

  • Lavoro: Rosolen, via a selezioni per corsi mirati per il turismo

Torna su
TriestePrima è in caricamento