Mercoledì, 16 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Agricoltura: Zannier, allontanato rischio disimpegno risorse Psr

Udine, 3 ott - Si allontana il rischio di disimpegno per il 2018 delle risorse pubbliche comunitarie stanziate nel 2015 per finanziare il programma di sviluppo rurale (Psr). Al 30 settembre, infatti, sono state attivate risorse per circa 254,5 milioni di euro, di cui impiegate 208,6 milioni di euro, mentre l'importo complessivamente liquidato riferito ai pagamenti ammonta a 38,6 milioni di euro con un incremento, negli ultimi cinque mesi, di circa 16 milioni di euro e la percentuale di attuazione sull'intero Psr è pari al 13 per cento. È la risposta dell'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali e ittiche del Fvg, Stefano Zannier, letta in Consiglio regionale dall'assessore Barbara Zilli, all'iri (interrogazione a risposta immediata) del consigliere Cristian Sergo in merito alla presenza del Friuli Venezia Giulia tra le Regioni più performanti o tra quelle per cui scatterà il disimpegno delle risorse comunitarie. Sui pagamenti, l'assessore ha rilevato che se al 30 aprile 2018 l'importo complessivamente liquidato a partire dall'inizio della programmazione del Psr 2014-20 del Fvg ammontava a circa 19,5 milioni di euro (6,69%), al 30 settembre scorso l'importo delle somme erogate a favore dei beneficiari tramite Agea ammonta a circa 35,2 milioni di euro, elevando così la percentuale di attuazione sull'intero Programma al 12%, con un incremento quindi di circa 16 milioni in cinque mesi.

In questi giorni, è stato poi ricordato, sono in corso di liquidazione pagamenti per ulteriori 3,4 milioni di euro che incrementano di un ulteriore punto percentuale l'avanzamento complessivo (13%) e ad un avanzamento del 77% rispetto all'obiettivo di fine anno. Sulla questione relativa alla riserva di efficacia dell'attuazione del Psr, che viene valutata rispetto alle singole priorità dello sviluppo rurale, Zilli ha comunicato che per Zannier i dati di avanzamento appaiono confortanti e si ritiene non sussistano a oggi rischi di rettifiche finanziarie se il trend attuale si manterrà costante. In questo caso, è stato sottolineato, la Regione potrà ottenere la conferma dell'assegnazione della riserva del 6% già compresa nell'attuale dotazione finanziaria del Psr. Sono state inoltre ricordate le recenti modifiche al Psr volte a favorire un'accelerazione della spesa e le modifiche ai bandi delle misure strutturali per semplificare e agevolare l'attuazione degli interventi da parte dei beneficiari e, al contempo, ridurre il carico istruttorio degli uffici regionali, in una logica di aumento dell'efficacia dell'azione amministrativa nel favorire l'avanzamento della spesa. ARC/LP/fc



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura: Zannier, allontanato rischio disimpegno risorse Psr

TriestePrima è in caricamento