rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Agricoltura: Zannier, bene Fondo rotativo Calabria, serve unità

Udine, 3 lug - "Siamo felici che anche la Regione Calabria si sia dotata di un Fondo di rotazione per la gestione del rischio in agricoltura. Le modalità sono diverse da quelle utilizzate in Friuli Venezia Giulia ma è indispensabile che in tutta Italia ci sia una presa di coscienza sul tema degli indennizzi. La presenza qui oggi della nostra Regione, che rientra tra quelle in cui il ricorso all'assicurazione è molto diffuso tra gli agricoltori, vuole essere un segnale di vicinanza alla Regione Calabria e di incoraggiamento per il lavoro che sarà intrapreso". Lo ha detto oggi a Roma l'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali, ittiche e montagna Stefano Zannier, intervenuto alla presentazione del Fondo rotativo della Regione Calabria, pensato da Coldiretti e Condifesa calabresi e reso operativo dall'Amministrazione regionale calabra. L'appuntamento, dal titolo "Cambiamenti climatici e gestione del rischio - Il ruolo del Fondo Rotativo per le imprese agricole", si è svolto , nella Sala Refettorio della Camera dei Deputati ed è stato aperto dall'intervento del climatologo Marcello Petitta che si è soffermato sui danni alle colture e sulle modifiche ai cicli produttivi causati dall'aumento della temperatura. Zannier ha ribadito che "l'obiettivo delle Regioni deve essere ottimizzare il sistema assicurativo e avere una copertura totale e nazionale; il Friuli Venezia Giulia assicura il 58% del valore della copertura assicurativa ed è stato indicato come best practice a livello europeo due anni fa. Ma il vero cambiamento riguarda la visione del profilo dell'agricoltore che oggi deve essere quello di imprenditore agricolo". "È stato un pomeriggio di lavoro e confronto importante - ha commentato ancora Zannier -, che una volta di più ha confermato che non si può affrontare il tema delle emergenze e delle calamità naturali senza adottare un sistema assicurativo che consenta di avere una certezza di indennizzo ma anche una copertura su tutto il territorio nazionale. Se non affrontiamo con organicità l'impatto climatico sull'agricoltura resteremo sempre agganciati ad un meccanismo legato alle emergenze, con fondi irrilevanti rispetto all'ammontare effettivo dei danni e con prassi amministrative decisamente difficili da gestire". Il Fondo di rotazione del Friuli Venezia Giulia ha erogato 160 milioni di euro di anticipazioni finanziarie nel 2022 ed è stato ricapitalizzato di 100 milioni di euro negli ultimi due anni. All'evento romano hanno preso parte anche Pasquale Francesco Vecchio, presidente Condifesa Calabria, Andrea Berti, direttore Asnacodi Italia, Salvatore Carfì, coordinatore Agea Gestione del rischio, Massimiliano Cattozzi, responsabile Direzione Agribusiness Intesa San Paolo, Franco Aceto, presidente Coldiretti Calabria, Albano Agabiti, presidente Asnacodi Italia e Gianluca Gallo, assessore Agricoltura Regione Calabria. ARC/SSA/gg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura: Zannier, bene Fondo rotativo Calabria, serve unità

TriestePrima è in caricamento