Notizie dalla giunta

AgriestTech: Shaurli, occasione per condividere idee e percorsi

Udine, 19 gennaio - "Agriest è un'occasione importante nella quale il lavoro di squadra può dare importanti risultati per promuovere l'innovazione e condividere risposte alle nuove sfide del settore primario che deve riscoprire la sua centralità e, soprattutto, farla percepire ai cittadini".

È quanto sostenuto dall'assessore regionale alle Risorse agricole e forestali, Cristiano Shaurli, intervenendo a Udine alla presentazione della 52. edizione della rassegna AgriestTech, in programma nel quartiere fieristico udinese dal 26 al 29 gennaio, evento che richiamerà 250 espositori e che da oltre mezzo secolo segna una sorta di spartiacque tra le annate agrarie.

AgriestTech è luogo e occasione di incontro, approfondimento, aggiornamento per gli operatori del settore, non soltanto sulle nuove tecnologie ma anche sulle tematiche intorno alle quali il mondo rurale si interroga, evidenziando criticità e prospettive.

"Regione, Università di Udine, Ente fiera, Azienda sanitaria, istituti di credito, tutte realtà - ha detto Shaurli - che sono fondamentali per il futuro dell'agricoltura e che per Agriest hanno ritenuto di dover e poter fare squadra".

"Un momento fondamentale - ha aggiunto - per un territorio come il nostro per confrontarci con le più moderne innovazioni ma anche per condividere idee e percorsi".

"I dati dell'agricoltura in generale - ha precisato l'assessore - sono abbastanza contrastanti: il settore agricolo è tra quelli che hanno maggiormente tenuto durante la crisi. Ora - ha aggiunto - si evidenziano importanti segnali di crescita quali un aumento del 15 per cento del valore aggiunto in agricoltura e un incremento del 35 per cento dell'export agroalimentare".

Si tratta di risultati assolutamente positivi, ha sottolineato Shaurli, ma è innegabile che ci sono ancora aree di criticità molto forti, che interessano il settore lattiero-caseario, e in parte quello cerealicolo.

"Credo - ha affermato - che una realtà e un'occasione come AgriestTech ci permetta di avviare e di riprendere il confronto, non soltanto sull'elenco dei problemi, come troppo spesso avviene, bensì sulle prospettive e sulle soluzioni da individuare e intraprendere per riuscire a compiere ancora un salto di qualità alla nostra agricoltura, puntando a un ulteriore miglioramento del settore".

In tal senso, la Regione ha impostato la propria presenza ad AgriestTech 2017, nel contesto della quale sono emblematici i due convegni principali: quello di apertura si svilupperà sull'innovazione e la ricerca, l'altro tratterà dei nuovi canali di comunicazione, "ovvero della capacità - ha commentato l'assessore - di far conoscere sempre meglio lavoro e prodotti anche attraverso i nuovi media".

"Fino a poco tempo fa - ha spiegato Shaurli - questi argomenti erano difficilmente proponibili nel settore rurale ma oggi sono quanto mai fondamentali e rappresentano uno dei punti focali del Programma di sviluppo rurale".

Non si svolgeranno più, dunque, convegni di puro approfondimento sul programma di sviluppo rurale in quanto gli esperti dell'Amministrazione saranno direttamente a disposizione di tutti gli interessati nell'area informativa riservata del padiglione principale.

In quest'ottica si pone anche la presenza dell'ERSA, l'Agenzia regionale per lo sviluppo rurale.

Nello stesso padiglione, gli esperti dell'Agenzia saranno a disposizione del pubblico, degli operatori ma anche dei curiosi e dei più giovani che nelle passate edizioni hanno dimostrato molto interesse per il mondo rurale e per la civiltà contadina. Sarà così possibile ricevere le necessarie istruzioni relativamente a ottenimento del patentino per l'utilizzo dei fitofarmaci, fruizione del marchio di qualità e problematiche dell'attività zootecnica.

Nel corso della presentazione, i dettagli di AgriestTech sono stati illustrati dalla presidente di Udine Fiere, Luisa De Marco, mentre la funzione delle banche, svolta a supporto delle azioni del Psr, è stata spiegata da Luca Occhialini, in rappresentanza della Federazione regionale delle banche di credito cooperativo.

AgriestTech è meccanizzazione agricola e gli operatori del settore, riuniti nell'associazione nazionale Unacma, erano rappresentati da Mattia Chizzola, mentre un progetto sulla sicurezza che tale associazione ha curato con il sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia sarà sviluppato nel corso della rassegna.

ARC/CM/fc
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AgriestTech: Shaurli, occasione per condividere idee e percorsi

TriestePrima è in caricamento