Giovedì, 21 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Agroalimentare: Serracchiani, Acetaia Midolini storia di qualità

Manzano (Ud), 20 gennaio - "Una storia di passione e qualità di cui il Friuli Venezia Giulia deve essere orgoglioso perché parliamo di un prodotto artigianale apprezzato in tutto il mondo".

Così la presidente della Regione, Debora Serracchiani, a margine della visita all'Acetaia Midolini, a Manzano, nel corso della quale, accompagnata dall'assessore alle Risorse agricole, Cristiano Shaurli, ha avuto modo di conoscere l'arte del procedimento trentennale per la lavorazione della cosiddetta Salsa balsamica Asperum.

Una produzione di vera eccellenza, nata dalla passione di Lino Midolini che negli anni '60 iniziò con coraggio un percorso che non prometteva utili immediati, vista la durata della lavorazione del prodotto, ma che esigeva passione e fiducia nelle proprie idee. La stessa passione ereditata dalla figlia Gloria che oggi conduce l'azienda conservando la tradizione in un mercato globale.

Di un altro esempio di produzione regionale di grande qualità ha parlato Shaurli, il quale, evidenziando l'attività di marketing svolta dall'azienda con l'organizzazione di visite in loco per i clienti internazionali, ha messo in luce l'opportunità di legare l'offerta turistica regionale a percorsi integrati alle attrattività enogastronomiche di livello.

Sono infatti giapponesi, americane, russe, tedesche, austriache e nordeuropee le delegazioni commerciali che visitano annualmente l'Acetaia Midolini per poi portare l'Asperum nei più prestigiosi ristoranti del mondo. Una realtà che rappresenta un orgoglio per Manzano e che è nata da una scommessa vinta dal fondatore Livio, come ha sottolineato il sindaco Mauro Iacumin anch'egli presente all'incontro.

Da parte sua, Gloria ha ricordato di come l'azienda rappresenti un'eredità morale trasferitagli dal padre il quale iniziò la produzione con l'obiettivo di tramandare ai figli il frutto del suo lavoro, iniziato, come tante grandi imprese, con quella capacità di visione ispirata da una punta di follia.

Sono 2300 le botticelle di sette tipologie di legno pregiato. fra cui ciliegio, rovere e castagno, che conservano i mosti pregiati nel sottotetto della casa colonica di Manzano della famiglia Midolini.

ARC/GG/fc
 

 



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agroalimentare: Serracchiani, Acetaia Midolini storia di qualità

TriestePrima è in caricamento