Ambiente: Arpa, approvato il bilancio di esercizio 2019

Udine, 11 set - La giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore alla Difesa dell'ambiente, ha approvato il bilancio di esercizio 2019 dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa).

Nel 2019 la Regione ha assegnato ad Arpa un finanziamento complessivo di 20,6 milioni (di cui 100mila euro per le risorse aggiuntive regionali per il comparto); lo stato patrimoniale evidenzia un pareggio tra attività e passività per circa 28,2 milioni euro.

L'utile di esercizio del conto economico ammonta a poco più di 6mila euro che Arpa ha proposto di "portare a nuovo" in attesa di altra destinazione e che va ad aggiungersi all'importo complessivo di euro 7,4 milioni degli "utili portati a nuovo" negli esercizi precedenti.

L'Agenzia, oltre ad operare per le finalità proprie dell'amministrazione regionale, svolge attività e prestazioni a favore di terzi, da cui ha ricavato oltre 1,5 milioni di euro con un incremento del 12,39 per cento rispetto al 2018.

I costi della produzione, ossia le spese di Arpa, ammontano a 24 milioni di euro e riguardano, soprattutto, i costi del personale pari a euro 15,9 milioni di euro (che costituiscono il 66,35% dei costi di produzione) e i costi per servizi (informatici, lavanderia, pulizia, buoni pasto, trasporti, manutenzioni edilizie, di attrezzature, impianti, automezzi ecc.) pari a euro 3,7 milioni e gli ammortamenti pari a poco più di 1,3 milioni.

In materia di politiche del personale la manovra del 2019 ha confermato la tendenza alla riduzione degli addetti del comparto passato da 286 unità (2018) a 281, nonché del personale dirigente sceso da 33 unità (2018) a 27 unità con una forza lavoro complessiva pari a 308 unità. Il rendiconto finanziario dimostra una cospicua liquidità dell'Agenzia, pari a 7,3 milioni di euro. ARC/SSA/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento