Giovedì, 17 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Ambiente: concluso iter per piano bonifica e regolamento rete fognaria

Udine, 21 feb - Si è concluso oggi, con l'approvazione in via definitiva della Giunta del Fvg, l'iter amministrativo relativo al piano regionale di bonifica dei siti contaminati e al nuovo regolamento per la concessione dei contributi finalizzati alla realizzazione di interventi di allacciamento alla rete fognaria pubblica.

Dopo le approvazioni preliminari della Giunta e i successivi passaggi al Consiglio delle autonomie locali per l'acquisizione dei relativi pareri, con il via libera odierno dell'Esecutivo del Friuli Venezia Giulia, i due provvedimenti acquistano piena efficacia.

Con il Piano regionale di bonifica dei siti contaminati vengono identificate le aree che necessitano di un risanamento ambientale, l'ordine di priorità e le modalità degli interventi da realizzare, oltre alle caratteristiche generali degli inquinamenti presenti nel Friuli Venezia Giulia.

Il nuovo regolamento per l'erogazione dei contributi di allacciamento alla rete fognaria pubblica, invece, nelle intenzioni della Giunta regionale, come ricordato dall'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, vuole essere più incentivante rispetto alla regolamentazione del 2018, ora abrogata.

Le principali modifiche derivano dall'emanazione della legge regionale 13/2019 che ha previsto la redazione della graduatoria delle domande in ordine cronologico di trasmissione anziché a punteggio e ha istituito un nuovo capitolo di spesa, differenziando le risorse messe a disposizione per gli allacciamenti alla rete fognaria pubblica negli agglomerati interessati dalle procedure di infrazione relative alla direttiva comunitaria del Consiglio del 21 maggio 1991 e per quelli non interessati dalla procedura di infrazione.

Rispetto al precedente regolamento, infatti, con le nuove disposizioni potranno accedere ai contributi, oltre ai richiedenti che presentino una dichiarazione Isee inferiore o uguale a 29.000 euro, anche tutti coloro che hanno Isee superiori. I richiedenti con fascia di Isee più bassa avranno un contributo del 70% per la realizzazione di interventi di allacciamento alla rete fognaria pubblica negli agglomerati interessati dalle procedure di infrazione relative alla direttiva comunitaria, mentre i richiedenti che sono fuori dalla zona di infrazione europea potranno ottenere un contributo pari al 50% della spesa ammissibile, coloro i quali hanno redditi superiori potranno ottenere un contributo del 60% in caso di infrazione europea e del 40% della spesa ammissibile fuori dalla zona di infrazione europea.

L'importo massimo del contributo concedibile è inoltre stato innalzato da 1.250 euro a 3.500 euro. ARC/LP/ep



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: concluso iter per piano bonifica e regolamento rete fognaria

TriestePrima è in caricamento