rotate-mobile
Notizie dalla giunta

AMBIENTE: DA CONFERENZA SERVIZI OK DISMISSIONE SERBATOI CENTRALE A2A

Trieste, 6 maggio - La Conferenza dei Servizi ministeriale, riunitasi presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, relativa all'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), ha approvato la richiesta di A2A di dismissione e demolizione dei serbatoi di stoccaggio di olio combustibile nella Centrale di Monfalcone (GO). Alla Conferenza hanno partecipato anche la Regione Friuli Venezia Giulia e il Comune di Monfalcone che hanno espresso parere favorevole alla dismissione, in quanto intervento migliorativo sul piano ambientale.

La Conferenza ha previsto inoltre delle prescrizioni nei confronti del gestore della Centrale che dovrà effettuare la caratterizzazione dei suoli e della falda idrica sottostanti i serbatoti e sarà tenuto a individuare con precisione i rifiuti conseguenti alla demolizione dei serbatoi. A2A dovrà inoltre procedere alla rideterminazione del dimensionamento degli impianti esistenti di trattamento delle acque reflue.

Peraltro, come ha precisato l'assessore regionale all'Ambiente Sara Vito, si è voluta cogliere l'occasione della Conferenza dei Servizi per ribadire le posizioni degli Enti territoriali sulla presenza della Centrale nel comune di Monfalcone e per richiedere ancora una volta che il Ministero confermi la volontà di procedere al riesame dell'AIA, una volta che entreranno in vigore le nuove BAT (migliori tecnologie disponibili), la cui pubblicazione in ambito europeo è data per imminente.

Più precisamente, la Regione, oltre a far proprie le osservazioni formulate dal Comune (che si riserva di richiedere il riesame dell'Autorizzazione all'esito delle indagini epidemiologiche in corso), ha inoltre rilevato che con una delibera di dicembre è stato approvato il Piano Energetico Regionale (P.E.R.), all'interno del quale è prevista proprio la rimodulazione del funzionamento delle centrali termoelettriche tradizionali, specificatamente per la Centrale termoelettrica di Monfalcone.

La Regione infatti, per raggiungere gli obiettivi dello scenario cosiddetto low carbon, intende superare l'utilizzo del carbone per tale Centrale, promuovendo uno scenario di transizione, attraverso l'utilizzo del gas o di fonti energetiche rinnovabili, al fine di ridurne gli impatti.

ARC/RU/ppd



In Evidenza

Potrebbe interessarti

AMBIENTE: DA CONFERENZA SERVIZI OK DISMISSIONE SERBATOI CENTRALE A2A

TriestePrima è in caricamento