Notizie dalla giunta

Ambiente: Scoccimarro, atto d'impegno per contratto fiume Cormor



Udine, 21 giu - Con una delibera approvata nella giornata di ieri, la Giunta regionale ha preso atto dell'importante lavoro svolto sino a oggi dall'Assemblea del Contratto di fiume e del Comitato tecnico-istituzionale del Cormor e ha autorizzato la firma dell'atto di impegno del "Contratto di fiume del Cormor".

Lo comunica l'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Fabio Scoccimarro, che ha portato la tematica all'attenzione dell'Esecutivo.

"Il Contratto di fiume del Cormor rappresenta un'importante opportunità di sviluppo del turismo lento e naturale su un sistema di strade interpoderali già in grandissima parte esistenti - ha spiegato Scoccimarro -; questo percorso ha tutte le potenzialità per promuovere nuove economie locali: attività ricettive e ristorative, attività connesse a eventi e al mondo del cavallo, della bicicletta e dello sport, andando a valorizzazione pure la vendita di prodotti tipici locali che spaziano dalla tradizione contadina a quella della pesca, passando per quella enologica".

Scoccimarro ha ricordato che lo scorso 8 maggio, nella sede di Udine della Regione, in seduta plenaria dell'Assemblea, sono stati approvati all'unanimità il Documento strategico, il Piano delle azioni di carattere generale e quello di carattere localizzato.

"Gli interventi previsti dai Piani di azione - ha dettagliato l'assessore -, sono 113 in totale, suddivisi su 8 assi strategici: sicurezza idraulica, manutenzione ordinaria e straordinaria; qualità e quantità delle acque; tutela paesaggistica e naturalistica; rete ecologica, beni culturali e mobilità lenta; conoscenza del territorio, delle sue dinamiche, cultura di manutenzione e rispetto di regole condivise; sviluppo economico che valorizzi le tipicità dei comuni; promozione della cultura dell'acqua; incontro delle persone, dei Comuni e degli enti".

Il processo di definizione del Contratto di fiume del Cormor ha preso avvio con la sottoscrizione di un Documento d'intenti e, nel corso di questi ultimi anni, diversi sono stati gli incontri tecnici pubblici organizzati con la finalità di individuare attività e iniziative da introdurre che siano di interesse per questo territorio.

"L'attivazione del Contratto interessa 25 Comuni, la Regione, il Consorzio di bonifica pianura friulana e l'associazione 'Valle del Cormor' - ha ricordato, infine, Scoccimarro -. È particolarmente significativa per quest'ambito perché permette di svolgere una importante azione di tutela e prevenzione a livello idrogeologico, sia per le dinamiche di inalveamento che per le piene che, a intervalli di 20/30 anni, interessano il torrente, con conseguenti danni per le popolazioni. Altre dinamiche rilevanti sono le qualità del corpo idrico, la tutela di flora e fauna, la valorizzazione della storia e della cultura regionale che dalla preistoria, passando per le fornaci romane, per cortine e cente, castelli, forti e fortezze, rappresentano un formidabile viaggio nella storia del Friuli Venezia Giulia". ARC/PT/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: Scoccimarro, atto d'impegno per contratto fiume Cormor
TriestePrima è in caricamento