Ambiente: Scoccimarro, confronto su inceneritore Manzano

Udine, 23 apr - L'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, Fabio Scoccimarro, ha partecipato in videoconferenza all'audizione con la IV Commissione del Consiglio regionale sull'inceneritore di Manzano.

Si tratta di una struttura, ha precisato Scoccimarro, che risale agli anni '70, e ai giorni nostri la sensibilità ambientale è cambiata radicalmente.

Secondo i tecnici che hanno valutato le emissioni, quando l'impianto è in funzione esse sono molto più elevate di quelle che si potrebbero riscontrare all'avviamento del nuovo inceneritore, come proposto dalla società di gestione.

L'assessore, soffermandosi sui dettagli delle valutazioni ambientali inerenti la proposta di realizzazione della nuova struttura, ha poi ricordato tra l'altro che l'impianto esistente, nel caso non dovesse venir smantellato, non potrà essere utilizzato per più di 30 giorni l'anno in alternativa al fermo di quello nuovo e ha precisato che la Regione potrebbe prevederne lo smantellamento entro un periodo prefissato.

Comunque, esso non potrà mai entrare in funzione contemporaneamente a quello nuovo. Finora, ha aggiunto Scoccimarro, sono state seguite dagli uffici tecnici le procedure imposte dalle norme vigenti. Si tratta di atti dovuti, che non possono essere disattesi, per legge, mentre la compatibilità urbanistica della nuova struttura sarà definita dopo essere stata sottoposta al Comune di Manzano. In quel contesto, la voce dei cittadini verrà senza dubbio tenuta nella doverosa considerazione, assieme agli altri pareri. La sede istituzionale di confronto sarà comunque la Conferenza dei servizi, che come ha anticipato Scoccimarro, si potrà tenere, a causa dell'emergenza Covid-19, non prima del mese di giugno.

Al primo posto, tra gli elementi dei quali la Regione terrà conto, ha evidenziato Scoccimarro, ci sono comunque la salute delle persone e la difesa dell'ambiente.

Nel ribadire la piena disponibilità a nuovi confronti sull'inceneritore, anche dei tecnici che stanno seguendo il nuovo progetto, Scoccimarro ha concluso ricordando la personale massima disponibilità nei confronti delle esigenze dei territori della regione. ARC/CM/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento