Notizie dalla giunta

Ambiente: Scoccimarro, nuovi criteri per priorità opere idrauliche

Trieste, 22 giugno - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore all'Ambiente, Fabio Scoccimarro, nell'ambito della legge regionale 11 del 29 aprile 2015 "Disciplina organica in materia di difesa del suolo e di utilizzazione delle acque", ha deliberato i criteri di priorità con cui verranno decisi gli stanziamenti a favore dei Comuni richiedenti - limitatamente ai fondi disponibili (1.050.000 euro) - per l'esecuzione degli interventi di manutenzione ordinaria dell'alveo e la realizzazione degli interventi di manutenzione ordinaria delle opere idrauliche sui corsi d'acqua ai sensi della classificazione prevista dalla norma.

Questi i parametri individuati per selezionare le opere più urgenti: piccoli lavori manutentivi in prosecuzione di lotti o completamento di precedenti interventi; priorità a territori particolarmente vulnerabili in base alla perimetrazione dei Piani di assetto idrogeologico dei vari bacini idrografici con precedenza alle aree con presenza di edifici strategici (come ad esempio ospedali e scuole), centri abitati e strade ed altre infrastrutture; immediata cantierabilità per avanzato iter progettuale o semplicità esecutiva nel caso siano state già acquisite le necessarie autorizzazioni, nonché lavori di piccola entità in modo che i Comuni possano affidarli in tempi ravvicinati e concluderli entro il presente esercizio finanziario.

La Giunta ha altresì prenotato la spesa complessiva di 1.050.000 euro in conto competenza sull'esercizio finanziario 2018 a favore di quei Comuni che verranno selezionati tra quelli che avranno presentato la richiesta completa nei termini assegnati secondo i criteri previsti nella stessa delibera. A tal riguardo da lunedì prossimo, 25 giugno, saranno già disponibili online, sul sito istituzionale della Regione, i moduli per le domande dei comuni.

Nella stessa seduta, sempre su proposta dell'assessore all'Ambiente, l'Esecutivo regionale ha confermato la permanenza dell'interesse pubblico alla realizzazione di una barriera paramassi, per un importo di 80.000 euro, lungo la strada provinciale nei pressi del bivio della frazione di Clabuzzaro nel Comune di Drenchia. L'intervento verrà attuato attraverso il provvedimento di delegazione amministrativa al Comune, il quale nel 2017 ha adottato il progetto definitivo dell'opera. ARC/GG/ppd
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: Scoccimarro, nuovi criteri per priorità opere idrauliche

TriestePrima è in caricamento