Notizie dalla giunta

Ambiente: Scoccimarro, ok Ministero istanze Regioni su rifiuti inerti

Trieste, 29 gen - "Le criticità contenute nel decreto legislativo 116/2020 hanno rischiato di rendere il provvedimento un boomerang ambientale con il rischio di illeciti da parte di cittadini incivili e un impensabile aggravio degli oneri per quelli invece più ligi ma il confronto tra i tecnici delle Regioni, tra cui quelli del Friuli Venezia Giulia, e i funzionari del ministero dell'Ambiente, ha evitato questo scenario".

Questo il commento dell'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Fabio Scoccimarro, al termine del tavolo tra il ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare (Mattm) sul provvedimento. "Relativamente alla classificazione e gestione dei rifiuti inerti prodotti dai nuclei domestici a seguito di piccole manutenzioni possiamo anticipare che il Ministero condivide la linea interpretativa delle Regioni - ha detto Scoccimarro -, ovvero che gli stessi siano considerati, come fatto finora, rifiuti urbani e come tali gestiti nei centri di raccolta".

"Il Mattm lo preciserà con una nota esplicativa che le Regioni hanno chiesto di poter avere quanto prima - ha spiegato l'assessore - e quindi i gestori potranno continuare a ritirare questa tipologia di rifiuto nei centri di raccolta come fatto fino al 31 dicembre 2020". ARC/MA



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: Scoccimarro, ok Ministero istanze Regioni su rifiuti inerti

TriestePrima è in caricamento