Ambiente: Scoccimarro, più beneficiari per fondi rimozione amianto

Trieste, 13 mar - "Continua senza sosta la nostra azione volta a incentivare la rimozione e lo smaltimento di amianto su tutto il territorio regionale. Adesso anche gli enti di culto, le associazioni senza scopo di lucro e i proprietari di sedi di imprese già cessate potranno accedere ai contributi della Regione".

Lo afferma l'assessore alla Difesa dell'ambiente, Fabio Scoccimarro, commentando l'approvazione di un nuovo schema di regolamento da parte della Giunta regionale che oggi si è riunita in videoconferenza nel rispetto delle disposizioni di contrasto al coronavirus.

"I beneficiari di questo provvedimento finora erano esclusi da queste misure che - sottolinea Scoccimarro - puntano a sanare situazioni particolarmente compromesse".

"Inoltre - aggiunge l'assessore -, nel caso di edifici posti all'interno delle aree interessate dall'attività regionale di mappatura dell'amianto condotta tramite l'utilizzo di droni, i contributi possono essere erogati anche per quelle coperture che attualmente si trovino in uno stato pessimo di conservazione".

Il canale contributivo, aperto dall'1 gennaio al 15 ottobre di ogni anno, sarà concesso, attraverso il procedimento valutativo a sportello, entro il termine di 90 giorni dalla presentazione dell'istanza, nella misura del 50 per cento della spesa riconosciuta ammissibile per un importo massimo di 15mila euro. ARC/RT/gg



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento