rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Ambiente: Scoccimarro, vertice per rafforzare buone pratiche

L'annuncio nel corso dell'evento di apertura del "Barcolana Sea Summit" Trieste, 5 ott - "L'inquinamento dell'acqua, dell'aria, del suolo e le alterazioni degli ecosistemi non conoscono confini, per questo è necessario guardare oltre le nostre frontiere amministrative. Da qui l'idea di creare gli Stati Generali della sostenibilità dell'Alto Adriatico e dell'Europa Centrale, un vertice tra Regioni e Stati limitrofi per poter rafforzare la condivisione delle buone pratiche per la salvaguardia dell'ambiente. Un progetto che vedrà il Friuli Venezia Giulia come promotore e che coinvolgerà anche Slovenia, Croazia, Austria (Carinzia), Veneto ed Emilia-Romagna". Lo ha annunciato l'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, Fabio Scoccimarro, all'incontro di apertura della seconda edizione di "Barcolana Sea Summit. Verso gli Stati Generali della sostenibilità dell'Alto Adriatico e dell'Europa Centrale", svolto oggi pomeriggio a Trieste alla presenza, tra le autorità, del presidente della Camera dei deputati Roberto Fico. L'evento è in programma fino a venerdì 7 ottobre con una serie di convegni che mirano ad approfondire i progetti in atto nell'ambito della cosiddetta "Blue economy" (economia del mare), nonché a promuovere un approccio integrato tra le istituzioni per interventi di sostenibilità ambientale. L'esponente della Giunta ha enunciato i punti fondamentali del progetto degli Stati Generali. "Attraverso tavoli tecnici tematici - ha spiegato Scoccimarro - vogliamo parlare con i nostri partner di come intraprendere azioni comuni per migliorare la qualità dell'aria, finanziare la ricerca di fonti energetiche alternative, incrementare l'economia circolare e promuovere la mobilità elettrica. Vorremmo inoltre arrivare alla stesura di un Memorandum - chiamato carta di Trieste - che possa essere il pilastro sul quale basare uno scambio di "best practices" e di coordinamento futuro tra i partecipanti, dalla condivisione di progetti comunitari a posizioni comuni in sede di negoziazioni di direttive europee sull'ambiente". L'assessore, nel corso della sua relazione, ha osservato inoltre come l'attenzione all'ambiente parta dai cittadini e dalle istituzioni ad essi più vicine, ricordando alcune azioni promosse dalla Regione come, ad esempio, la riconversione della Ferriera di Servola, i progetti di mobilità sostenibile, la costruzione di un impianto fotovoltaico all'Aeroporto di Trieste, l'efficientamento idrico ed energetico degli impianti sportivi e la costituzione di comunità energrtiche. ARC/PAU/al

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: Scoccimarro, vertice per rafforzare buone pratiche

TriestePrima è in caricamento