Notizie dalla giunta

AMBIENTE: VITO, FVG MODELLO DI RIDUZIONE E RIUTILIZZO DEI RIFIUTI

Trieste, 8 luglio - L'incontro annuale di approfondimento dei dottori commercialisti ed esperti contabili del Triveneto, svoltosi a Soave in provincia di Verona, ha dato modo all'assessore regionale all'Ambiente e all'Energia Sara Vito di soffermarsi sui contenuti delle strategie e sulle prospettive, anche di carattere economico, aperte dalle azioni che la Regione Friuli Venezia Giulia ha avviato nei settori considerati.

Vito è intervenuta nel corso della tavola rotonda Valore che genera valore, svoltasi nell'ambito del forum  La nuova stagione della Green Economy tra esigenze di sostenibilità e prospettive di business, per ricordare che "il Friuli Venezia Giulia ha colto la sfida della sostenibilità e si è dotato di strumenti di pianificazione strategica molto importanti, come il Piano energetico e il Programma regionale di prevenzione della produzione dei rifiuti". "Entrambi - ha aggiunto - mirano a pervenire a un modello di sviluppo del territorio più sostenibile, che si incardini attorno al tema dell'efficienza dell'utilizzo delle risorse".

Per quanto attiene al Piano Energetico Regionale (P.E.R.) del Friuli Venezia Giulia, l'assessore ha ricordato che è stato approvato a dicembre dello scorso anno ed è già entrato nella fase attuativa. Dotato di 12 milioni di euro derivanti dalla Programmazione POR FESR 2007-2013, ha permesso di assegnare risorse ai Comuni con meno di 5.000 abitanti per la modernizzazione dell'illuminazione pubblica e l'adeguamento ai dettami del risparmio energetico.

Ora verranno previsti interventi a favore delle piccole e medie imprese per le diagnosi energetiche e per l'ottenimento della certificazione ambientale ISO 50001. Saranno previsti anche contributi per interventi di efficientamento energetico, per i quali nella prossima legge di assestamento sono previsti 2 milioni di euro.

La Regione, ha aggiunto Vito, punta anche a favorire la mobilità sostenibile, attraverso un programma di incentivi volto alla realizzazione di punti di approvvigionamento di gas metano e con la predisposizione di un programma sulla mobilità elettrica che consenta di realizzare una rete delle colonnine di rifornimento.

Per quanto attiene al Programma per la prevenzione della produzione di rifiuti, è già in atto la concessione di finanziamenti ai Comuni per la realizzazione di Centri di riuso per rifiuti che altrimenti diverrebbero ingombranti e per i rifiuti elettrici.

"Tale Programma - ha detto l'assessore - rappresenta un elemento di base per creare in Friuli Venezia Giulia un modello di economia circolare, basato sui principi di recupero, rigenerazione, riutilizzo, affinché al modello di riduzione della produzione dei rifiuti si affianchi quello dell'efficienza dell'utilizzo delle risorse, perché anche i rifiuti sono una risorsa".

ARC/CM/ppd



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AMBIENTE: VITO, FVG MODELLO DI RIDUZIONE E RIUTILIZZO DEI RIFIUTI

TriestePrima è in caricamento