AMBIENTE: VITO, OLTRE 4 MILIONI PER ALVEI E OPERE IDRAULICHE

Trieste, 13 nov - La Regione Friuli Venezia Giulia sosterrà progetti e interventi relativi alla manutenzione di opere idrauliche e degli alvei di corsi d'acqua con 4.144.000,00 euro. Lo ha stabilito la Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente e all'Energia Sara Vito, al fine di dare esecuzione a lavori a carico delle Amministrazioni comunali e dei Consorzi di Bonifica, che dovranno curarne la progettazione e l'esecuzione.

"Il nostro obiettivo principale è la sicurezza dei cittadini e da ciò deriva il sostegno che stiamo dando alla realizzazione di opere a impatto sostenibile, che consentano di rendere più efficace l'azione di difesa del nostro territorio", dichiara Vito, confermando che gli interventi, considerati di interesse prioritario, sono stati individuati dopo un'attenta istruttoria e andranno realizzati al più presto.

Della cifra a disposizione, quasi 3,6 milioni (3.592.000,00) di euro sono stati destinati a investimenti e, per l'affermazione delle priorità, sono stati individuati alcuni criteri di massima che vanno, ricorda l'assessore, "dalla manutenzione di alvei e dalla realizzazione di opere in aree classificate a rischio medio-alto alla soluzione di situazioni di criticità; dal recupero della funzionalità di difese esistenti alla presa d'atto degli interventi finanziati dalla Protezione civile, in modo da evitare sovrapposizioni e interferenze".

Gli interventi presi in considerazione sono una ventina e coprono l'intero territorio regionale. Per quanto concerne la manutenzione ordinaria, interessano il Ledra a Majano (100.000,00 euro); il Bacino del Torre nei comuni di Campolongo, Tapogliano, Trivignano Udinese, Chiopris Viscone, San Vito al Torre, Fiumicello, Ruda, Romans d'Isonzo, Villesse e Medea (200.000,00 euro); l'Isonzo nei comuni di San Pier d'Isonzo, Sagrado, Fogliano Redipuglia, San Canzian d'Isonzo, Staranzano e Fiumicello (200.000,00 euro); la rete minore in provincia di Trieste (10.000,00 euro).

La manutenzione straordinaria ha un raggio d'azione più ampio e riguarda la sistemazione idraulica dello Iudrio a Medea (GO), Chiopris Viscone (UD) e a valle della statale 356 (GO), di rio Ospo a Muggia (TS), del Fella a Pontebba e Malborghetto-Valbruna (UD), del Tagliamento a Camino al Tagliamento (UD) e del Natisone a Manzano (UD) (per un totale di 29.630,00 euro); lavori alla Roggia di san Odorico a Codroipo (120.000,00 euro); il lato sinistro del Tagliamento e i repellenti a Dignano (296.000,00 euro); il Rio Maggiore e la rete minore di fossi e canali a Povoletto (390.000,00 euro).

E ancora, il reticolo idrografico minore a Camino al Tagliamento (100.000,00 euro); la sistemazione idraulica a protezione dalle esondazioni a Rive d'Arcano (357.873,00 euro); opere di drenaggio delle acque meteoriche sulla provinciale 90 - via Albana, a Prepotto (125.500,00 euro); i lavori di tutela dell'assetto della roggia di Manzano (300.000,00 euro); un intervento di sistemazione idraulica sul Malina ad Attimis (300.000,00 euro); la salvaguardia del regime idraulico del Cormor a Tavagnacco (200.000,00 euro); il completamento della sistemazione della Roggia dei Molini e del reticolo idrico minore a Gradisca e Farra d'Isonzo (250.000,00 euro); il miglioramento del deflusso del Versa a Cormons (300.000,00 euro); le opere di sistemazione e manutenzione idraulica a Trieste (195.000,00 euro); il completamento della sistemazione della rete idrografica minore a San Giorgio della Richinvelda (500.000,00 euro); la salvaguardia del territorio e il potenziamento delle idrovore a Prata di Pordenone (170.000,00 euro).

ARC/LVZ



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Vaccini: Riccardi, con centro Tarvisio si potenzia offerta in montagna

Torna su
TriestePrima è in caricamento