Venerdì, 18 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Ambiente: Zannier, su tema rifiuti gli studenti sono "sentinelle"

Sacile, 5 giu - "Sul tema del corretto utilizzo dei rifiuti, gli studenti sono delle vere e proprie sentinelle. La loro sensibilità ma soprattutto la capacità di coinvolgere le famiglie su questo delicato argomento, diventa di fondamentale importanza per affrontare in modo corretto uno dei temi che sta in cima all'agenda degli amministratori pubblici".

Lo ha detto l'assessore alle Risorse agroalimentari Stefano Zannier partecipando quest'oggi a Sacile alla premiazione degli studenti che hanno preso parte alla cerimonia di chiusura del progetto di educazione ambientale "CreATTivi per l'ambiente". L'iniziativa, promossa dalla società Ambiente Servizi in collaborazione con Ecosinergie, è proposta a tutte le scuole primarie presenti nei Comuni soci dell'azienda.

Alla presenza del sindaco di Sacile Carlo Spagnol, del vicedirettore di Ambiente e servizi David Rumiel, del presidente di EcoSinergie Lorenzo Cella e di alcuni primi cittadini delle amministrazioni locali in cui sono presenti le scuole premiate, l'assessore regionale ha evidenziato l'importanza dell'iniziativa che ha coinvolto gli studenti.

"I temi della sostenibilità ambientale - ha detto Zannier - hanno particolare significato quando coinvolgono le giovani generazioni poiché a loro è affidato il compito di traghettare il nostro tempo; la sensibilità dimostrata dagli studenti che hanno partecipato al progetto ci fa ben sperare per il loro e il nostro futuro. Più viene permesso ai ragazzi delle scuole di imparare sin da subito l'approccio alla corretta gestione del rifiuto più è probabile che in loro si crei la consapevolezza di quello che ora è un vero problema da affrontare con urgenza affinchè non condizioni la loro vita futura".

Ad illustrare i numeri del progetto "CreATTivi per l'ambiente" è stato Lorenzo Cella, presidente di EcoSinergie, l'azienda che - per conto di Ambiente e servizi - lavora e valorizza i rifiuti urbani e speciali dei comuni associati. All'attività proposta nel 2019 hanno partecipato 2.130 studenti che frequentano 107 classi di 23 istituti presenti in 16 comuni, i quali hanno svolto 5 laboratori didattici su alcuni argomenti proposti dall'Onu in tema di tutela ambientale.

Nella giornata di chiusura del progetto sono stati premiati i migliori interpreti del progetto. Al primo posto si sono classificate la 3.B, 5.A e 5.B della scuola primaria di Paravisdomini, i cui alunni hanno prodotto un filmato sui temi della raccolta differenziata. Al secondo posto invece si è piazzata la 4.B di San Giorgio della Richinvelda mentre la giuria ha deciso di assegnare un ex aequo per il terzo alla 3.B della scuola primaria di Brugnera e alla 5.A della scuola primaria di Azzano Decimo. Infine menzione speciale alla 3.A di San Giorgio della Richinvelda. A tutti loro sono stati consegnati degli assegni per l'acquisto di materiale scolastico. ARC/AL/ppd



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: Zannier, su tema rifiuti gli studenti sono "sentinelle"

TriestePrima è in caricamento