Amianto: Vito, 1 mln 300 mila euro per contribuire alla rimozione

Udine, 15 giugno - Un milione e 300 mila euro per tre linee contributive - enti locali, privati cittadini, imprese - è lo stanziamento della Regione per contribuire ai costi di rimozione dell'amianto in edifici privati e pubblici del Friuli Venezia Giulia.

L'impegno finanziario, che va di pari passo con l'attività di censimento e di programmazione, è stato illustrato nei dettagli oggi a Udine, nel corso della presentazione ai Comuni dell'Archivio regionale amianto (Aram) che si è svolta nell'auditorium della Regione alla presenza dell'assessore regionale all'Ambiente Sara Vito.

"Abbiamo presentato alle pubbliche amministrazioni e alle Forze dell'ordine il nuovo software che ci consentirà di ottenere una banca dati preziosa grazie a uno strumento condiviso, semplice, flessibile e facilmente aggiornabile", ha spiegato Vito.

Aram, che rappresenta un vero e proprio progetto e non solo un mero strumento informatico totalmente gratuito, mette in rete le informazioni raccolte sulla presenza di amianto nel territorio regionale e sullo stato dei manufatti e le rende condivisibili da Regione, Enti locali, Arpa ed Aziende sanitarie, oltre che dal ministero dell'Ambiente.

I soggetti interessati dalla prima fase di raccolta dati sono i Comuni, che sono chiamati a collaborare per mappare edifici pubblici o aperti al pubblico; in una seconda fase saranno coinvolti gli amministratori di condominio e le aziende.

La mappatura da parte dei Comuni sarà diretta e sostenuta dal supporto tecnico di Arpa, anche attraverso incontri con le singole amministrazioni.

Le ultime mappature in Friuli Venezia Giulia risalgono agli anni 2006 e 2007 e sono state realizzate in modalità cartacea. I dati relativi alle due campagne di censimento di quegli anni registravano circa 2 milioni di metri quadrati di aree ricoperte da eternit in regione. Al più recente censimento sugli edifici pubblici del 2015 diretto ai 220 Comuni della regione hanno invece risposto solo 44 amministrazioni locali: un dato troppo basso per poter consentire una mappatura.

"Aram sarà invece l'occasione per coinvolgere le amministrazioni comunali e le istituzioni pubbliche su un tema che è stato per troppi anni trascurato e che in questa legislatura ha visto un impegno fortemente determinato della Regione sia a livello ambientale, che sanitario e di programmazione territoriale", commenta Vito, che ha ricordato nel corso dell'incontro che il Piano regionale per l'amianto sarà pronto entro la fine del 2017.

Per quanto riguarda invece la linea contributiva relativa alle imprese, l'assessore ha assicurato che il regolamento sarà pubblicato entro i primi giorni di luglio. ARC/EP/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • 5 maggio '45: Roberti, caduti di via Imbriani martiri orrore titino

  • Giro d'Italia: Fedriga, evento che contribuisce a ripartenza Fvg

  • Vaccini: Riccardi, ipotizzabile apertura a nuove fasce popolazione

  • Salute: Riccardi, proposte al tavolo nazionale con Medicina generale

  • Covid: Riccardi, ok da Figliuolo a vaccino a personale italiano Aviano

  • Enti locali: Roberti, bene avvio Comunità del triangolo della sedia

Torna su
TriestePrima è in caricamento