ATT. PRODUTTIVE: 7,3 MLN PER 38 PROGETTI NEL SETTORE ELETTRODOMESTICI

Udine, 20 ott - Ammontano a 7,3 milioni i contributi erogati dalla Regione a 38 imprese del Friuli Venezia Giulia che hanno presentato progetti per attività di ricerca, sviluppo e innovazione nel settore dell'elettrodomestico e del suo indotto.

La direzione centrale Attività produttive della Regione ha approvato, nell'ambito della legge Rilancimpresa FVG, la graduatoria delle domande inoltrate tra giugno e inizio luglio 2015 dalle aziende, finanziando tutte le richieste ritenute ammissibili dal Comitato tecnico. Dei 38 progetti approvati, 27 sono relativi alla produzione, 11 alla filiera dell'indotto.

Tra i requisiti richiesti alle imprese vi erano l'operatività nel settore dell'elettrodomestico, comprensivo delle apparecchiature a uso professionale e significativi rapporti di fornitura. Per quanto riguarda i progetti presentati dalle piccole e medie imprese dell'indotto, era richiesta l'innovazione dello specifico settore, ma anche l'obiettivo di una parziale diversificazione dell'attività per valorizzare le competenze acquisite nella filiera dell'elettrodomestico e sviluppare anche la presenza in altri mercati. Significativo il fatto che diversi progetti comprendessero anche attività di ricerca svolta in collaborazione con altri enti e centri.

"Abbiamo lavorato alacremente - spiega il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello - per dare risposte in tempi brevi al mondo dell'impresa nell'ambito di un asset, quello della filiera del Bianco, che rappresenta un settore strategico della nostra regione. In tre mesi sono state analizzate tutte le richieste pervenute, abbassando notevolmente i tempi rispetto al passato: ci siamo tenuti ben al di sotto dell'asticella che avevamo posto a quota 120 giorni. È di fondamentale importanza - sottolinea Bolzonello - dare all'economia regionale un segnale di tempestività, allineando i tempi della Pubblica Amministrazione a quelli dell'impresa".

Secondo Bolzonello "ricerca e sviluppo rappresentano le chiavi per il rilancio della produzione in un ambito che per il Friuli Venezia Giulia è sempre stato al centro dell'attenzione".

"Lo sarà ancor più oggi che all'orizzonte si intravede una fase di ripresa", commenta Bolzonello, rilevando, infine, che tutti i progetti sottoposti al vaglio del Comitato tecnico sono stati ritenuti ammissibili e quindi finanziati, "indice questo - conclude il vicepresidente - della qualità e validità delle proposte pervenute".

ARC/Com/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Legno-arredo: Bini, da bilancio Catas segnale positivo per il settore

  • Salute: Riccardi, primo confronto su Rar con sindacati medici

  • Omnibus: Callari, soddisfazione per approvazione norme Cuc e demanio

  • Turismo: Bini, bando su Fondo rotazione per riqualificare strutture

  • Corpo forestale: Zannier, confermati funzioni e compiti

  • Ambiente: Scoccimarro, risolvere presto questione dragaggi

Torna su
TriestePrima è in caricamento