Att. produttive: Bini, altri 1,8 mln per investimenti tecnologici Pmi

La dotazione complessiva salirà a complessivi 4,1 milioni

Trieste, 21 mar - "Le piccole e medie imprese del Friuli Venezia Giulia potranno contare su ulteriori risorse pari a 1,8 milioni di euro a fondo perduto da destinare ad investimenti, riorganizzazione e ristrutturazione aziendale".

Ad annunciarlo è l'assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini a seguito dell'approvazione in Giunta di una apposita delibera con la quale si vanno ad incrementare le risorse a favore del comparto produttivo regionale. "Con il provvedimento licenziato dall'esecutivo - spiega Bini - alla dotazione iniziale di 2,3 milioni di euro si vanno ad aggiungere altri 1,8 milioni portando così il plafond a disposizione delle Pmi del Friuli Venezia Giulia a complessivi 4,1 milioni di euro. Le risorse fanno parte del programma Por Fesr 2014/2020 e destinate agli aiuti per gli investimenti tecnologici mediante l'introduzione di servizi innovativi nell'ambito del'Ict".

I contributi a fondo perduto potranno essere utilizzati per l'acquisto e l'installazione di hardware, apparati di networking, attrezzature, strumentazioni e dispositivi tecnologici e interattivi di comunicazione e per la fabbricazione digitale, nonché l'acquisto e l'installazione di sistemi di sicurezza della connessione di rete. Inoltre le risorse vengono messe a disposizione delle aziende per l'acquisto di software e licenze, servizi di cloud computing, registrazione di domini e di caselle di posta elettronica e servizi informatici. Infine i fondi potranno essere destinati anche all'acquisto di sistemi informatici e telematici di gestione aziendali, per applicazioni mobili e servizi di consulenza.

La graduatoria unica regionale sarà approvata la prossima settimana sulla base di quelle provinciali adottate dalle Camere di commercio, che agiscono quali Organismi intermedi. Si tratta di 16 progetti ammissibili per complessivi euro 485.692,49 relativi al territorio di Gorizia, 109 progetti ammissibili per complessivi euro 4.038.243,64 relativi al territorio di Pordenone, 125 progetti ammissibili per complessivi euro 3.751.660,56 relativi al territorio di Udine e 40 progetti ammissibili per complessivi euro 1.256.170,71 relativi al territorio di Trieste.

La dotazione del bando, incrementata con quanto previsto dalla delibera di Giunta, consentirà di finanziare i progetti che hanno ottenuto le migliori valutazioni in graduatoria. ARC/AL/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento