Attività produttive: Bini, ok a riparto 1,5 mln per imprese femminili

Trieste, 27 feb - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Attività produttive Sergio Emidio Bini, ha stabilito il riparto su base provinciale di 1.500.000 euro destinati alla concessione di contributi in conto capitale a sostegno di progetti di imprenditoria femminile.

Le risorse permetteranno di finanziare ulteriori domande presentate dal 15 ottobre 2019 al 15 novembre 2019 a valere sul bando approvato il 12 settembre 2019, che attualmente dispone di risorse pari a 4,32 milioni di euro.

Nel periodo di apertura del canale contributivo sono state presentate 497 domande con richiesta complessiva di contributi per 7,34 milioni di euro. Attualmente risultano concessi contributi a favore di 226 imprese, mentre sono in corso le istruttorie per la concessione di contributi a 21 imprese. Con il riparto, effettuato in base alla distribuzione delle imprese attive all'apposito Registro al 31 dicembre 2020, 145.639,63 euro vanno al territorio provinciale di Gorizia, 395.130,64 al territorio provinciale di Pordenone, 236.562,61 a quello di Trieste e 722.667,12 a quello di Udine. Si stima che sarà possibile finanziare ulteriori 97 domande (26 a Pn; 46 a Ud; 8 a Go; 17 a Ts), per arrivare ad un numero complessivo di imprese beneficiarie pari ad almeno 344. Resteranno quindi da finanziare non più di 84 domande (18 a Pn; 51 a Ud; 9 a Go; 6 a Ts), per cui sarà soddisfatto l'80,37% delle richieste presentate.

Il canale contributivo è gestito mediante delega alle Camere di commercio regionali. Sono beneficiarie le imprese femminili iscritte al Registro Imprese da meno di 36 mesi alla data di presentazione della domanda, con sede legale o unità operativa oggetto dell'investimento in Friuli Venezia Giulia. L'intensità del contributo è pari al 50% della spesa ammissibile e l'importo del contributo è compreso tra un minimo di 2.500 euro ed un massimo di 30.000 euro.

Sempre su proposta di Bini, la Giunta regionale ha approvato il Regolamento che apporta alcune modifiche ai criteri e le modalità di concessione dei contributi a sostegno dell'imprenditoria femminile, allineandoli alle esigenze straordinarie della pandemia. Tra gli aspetti principali, la rendicontazione viene prorogata da 60 giorni a 6 mesi e i contributi possono riguardare anche l'acquisto o locazione finanziaria di dpi e apparecchi e dispositivi per la sicurezza e la sanificazione. ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, con centro Tarvisio si potenzia offerta in montagna

  • Ristori: Bini, domani al via le liquidazioni a oltre 6mila richiedenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento